Venerdì a Morro d’Alba la prima assoluta del concerto “Le musiche del mare”

Venerdì a Morro d’Alba la prima assoluta del concerto “Le musiche del mare”

Con la chitarra classica, battente e flamenca del Maestro Giovanni Seneca accompagnate dall’Orchestra Rossini. Prosegue il Lacrima Wine Festival, la rassegna di arte e gusto dedicata alla Doc

MORRO D’ALBA – Prosegue il Lacrima Wine Festival. La rassegna di arte e gusto dedicata alla Doc che prende i natali dal borgo di Morro d’Alba e dal suo territorio circostante.

Fino al 10 luglio, da mattina a sera, il paese di Morro d’Alba e le aziende vitivinicole produttrici del Lacrima ospiteranno attività ed eventi alla scoperta del pregiato vino e del territorio da cui nasce, assaporando le atmosfere ed i ritmi del vivere lento, della natura, della storia, del benessere. Un Festival diffuso che coinvolge dodici cantine del territorio della Lacrima, da Morro d’Alba a Senigallia e San Marcello.

Domani (venerdì 9 luglio), l’evento clou del Festival. Alle 21:30, a piazza Barcaroli, il concerto  “Le musiche del mare” ideato dal chitarrista, compositore e Maestro, Giovanni Seneca,  consulente artistico della manifestazione, che racconta l’ispirazione del Lacrima Wine Festival: «La mia immaginazione si è mossa sulle interconnessioni tra vino ed attività rurale e vinologica. Sono un appassionato di vino e quello che mi ha sempre impressionato dei produttori è che sono essi stessi artisti. L’alchimia che viene messa in campo attiene alle tecniche di produzione, ma poi ogni etichetta è frutto della mano unica ed originale del viticoltore, è come ciò che avviene per i liutai».

Ad accompagnare la chitarra solista di Seneca gli archi dell’orchestra G. Rossini. Parlando del suo spettacolo Seneca spiega: «In questo concerto si approda nei porti del Mediterraneo e i suoni, misti alla salsedine, ci investono prima di scendere dalla nave chitarra. La musica parla un linguaggio conosciuto e filtra come granelli di sabbia nella grande clessidra dove, la sabbia stessa, ci riporta a spiagge infinite che abbiamo amato e da cui abbiamo tratto calore e dissepolto sensazioni. Lo strumento mediterraneo per eccellenza la chitarra – prosegue l’autore – incontra gli  archi e propone all’ascolto brani con  riferimenti e citazioni che provengono da diverse aree geografiche bagnate dal mediterraneo: dai Balcani al Sud Italia passando per la Grecia. Il filo conduttore è rappresentato dall’elemento della “popolarità” inteso nella sua accezione più ampia: sia come capacità di comunicazione nei confronti di un pubblico vasto ed eterogeneo, sia come integrazione fra linguaggio colto e linguaggio popolare tradizionale. In questo concerto il classicismo, il folclore e la modernità si incontrano, intrecciandosi a vicenda, in un affascinante itinerario poetico alla ricerca dell’anima popolare della musica, fra cangianti contrasti di stili, citazioni, atmosfere e suggestioni differenti.  Il tutto all’interno di una dimensione di brillante leggerezza resa ancor più seducente dal particolare impasto timbrico creato dalla chitarra classica unita agli archi dell’orchestra G. Rossini un ensemble che si trova a proprio agio nella musica e nei linguaggi eclettici. L’utilizzo di diversi tipi di chitarre (classica, battente e flamenca) esalta le sfumature di ogni composizione».

Il Festival si concluderà sabato 10 luglio alle 18:45 lungo il camminamento La Scarpa con l’evento di “Borghi in versi” “Melodie di vino e versi”, musica e poesia nel borgo. Concerto e reading poetico, con l’arpista Patrizia Carciani e Lucia Olivi voce narrante, allietato dall’aperitivo con degustazione del vino della cantina Fratelli Badiali.

Il programma degli ultimi giorni di Festival

giovedì 8 luglio dalle 21:30 alle 23

Visita guidata in notturna al borgo storico e a tutti i siti di intesse culturale ed artistico. Si chiude con un brindisi finale offerto dalle cantine del territorio.

venerdì 9 luglio

– ore 17:00-19:00, Museo Utensilia e borgo storico

Caccia al tesoro fotografica (laboratorio per bambini dai 3 ai 11 anni)

– ore 21:30

“Le musiche del mare” concerto del chitarrista Giovanni Seneca con gli archi dell’Orchestra G. Rossini.

Banco da degustazione dei vini per tutta la serata a cura dell’Ais (Associazione italiana sommelier, delegazione jesi e castelli)

sabato 10 luglio ore 18:45 evento conclusivo, La Scarpa

“Melodie di vino e versi” (evento Borghi in versi), musica e poesia nel borgo. Concerto e reading poetico, con l’arpista Patrizia Carciani e Lucia Olivi voce narrante.

Aperitivo con degustazione del vino della cantina Fratelli Badiali.

sabato 10 luglio Bike & Wine

Jesi bike tour, organizza due tour in mountain bike di livello base con degustazione in cantina. Sabato 3 luglio la degustazione sarà presso la cantina Badiali e Candelaresi, sabato 10 la degustazione si terrà nella cantina Tenuta San Marcello. Sono tour guidati alla scoperta del territorio, legando la passeggiata in bicicletta alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche marchigiane.

PER INFO E PRENOTAZIONI: 338 3812378

Tutte le sere a Morro d’Alba:

  • passeggiata musicale lungo il camminamento di ronda dal tramonto fino a notte inoltrata, con allestimento di candele e suggestive atmosfere.
  • apertura museale pomeridiana e notturna 17-19 / 21.00-23.00
  • visita dei sotterranei del castello, alla mostra di Mario Giacomelli e laboratori per bambini.

Venerdì, sabato e domenica:

Degustazioni pomeridiane di vino e prodotti tipici lungo il camminamento di ronda a cura dell’associazione Pro Morro.

Il programma si completa con la programmazione degli eventi nelle cantine.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: