Dopo un furto a Fano una borseggiatrice arrestata dalla Polizia

Dopo un furto a Fano una borseggiatrice arrestata dalla Polizia

FANO – Il personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Fano ha tratto in arresto una donna per il reato di furto aggravato.

L’arresto scaturisce dalle indagini svolte dai poliziotti a seguito di un borseggio consumato ai danni di un anziano all’interno del mercato che si tiene ogni sabato nel centro di Fano.

Nello specifico la vittima, sentendosi sfiorare la gamba all’altezza della tasca laterale mentre si trovava nei pressi di una bancarella intenta a scegliere della merce, realizzava immediatamente la mancanza del proprio portafogli. Grazie alla collaborazione del commerciante, riusciva ad individuare una donna che si stava allontanando in tutta fretta dal posto, quale possibile autrice del furto. Sebbene entrambi tentassero di raggiungerla, la sospettata si confondeva tra la folla, facendo perdere le proprie tracce.

Acquisita la denuncia, gli investigatori del Commissariato accertavano che poco dopo il furto, utilizzando la tessera bancomat contenuta nel portafogli trafugato, erano stati effettuati tre prelievi di denaro, per un importo di 1500 euro, nonché acquistato un telefono cellulare in un negozio del centro storico.

Le ulteriori indagini, sviluppate anche con l’apporto della Polizia locale, portavano all’identificazione della persona in argomento, di origine dell’Est europeo e residente in Romagna, già nota alle forze dell’ordine e al recupero del telefono acquistato fraudolentemente.

Gli indizi acquisiti dagli investigatori, coordinati della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pesaro, consentivano l’emissione da parte del Giudice delle Indagini Preliminari di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico della predetta, eseguita dagli agenti del Commissariato fanese con il supporto della Questura di Rimini.

A tale riguardo si rammenta che l’eventuale sottoposizione di una persona ad indagini non ne certifica la colpevolezza, sino ad intervenuta sentenza definitiva di giudizio.

Con l’occasione si esortano i cittadini a prestare la massima attenzione, soprattutto in quelle situazioni caratterizzate da una considerevole presenza di pubblico, come ad esempio i mercatini natalizi, quando la calca finisce per favorire i borseggiatori, nonché ad allertare immediatamente le forze di Polizia nel caso d furti o di situazioni anche semplicemente sospette.

Si ricorda, infine, l’importanza di evitare di conservare insieme la tessera bancomat e il relativo codice di accesso, in modo da impedirne l’utilizzo in caso di sottrazione.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: