Chiaravalle guarda al futuro con fiducia, approvato il bilancio di previsione 2022-2024

Chiaravalle guarda al futuro con fiducia, approvato il bilancio di previsione 2022-2024

CHIARAVALLE – Nella seduta di ieri, il Consiglio comunale di Chiaravalle ha approvato il bilancio di previsione relativo al triennio 2022-2024 con il voto favorevole del gruppo di maggioranza Chiaravalle Domani e la significativa astensione dei gruppi di opposizione, un gesto di grande fiducia considerato che in genere proprio sul bilancio si verificano le differenze più evidenti.
Il bilancio ha un equilibrio molto forte e non tiene conto delle eventuali risorse che il Governo potrebbe erogare di fronte al proseguire dell’emergenza Covid19; l’equilibrio permane anche riducendo il volume delle entrate da riscossione coattiva (le multe) e senza nessuna variazione in termini di tariffe e costo dei servizi a pagamento.
Lo sguardo è inevitabilmente rivolto al futuro, le grandi opportunità create dai fondi del PNRR devono trovare Chiaravalle pronta, con progetti definitivi già approvati e idee chiare su cosa puntare.

Per quanto riguarda i lavori pubblici, nei prossimi mesi l’attenzione sarà concentrata ancora una volta su Piazza Mazzini, per la ristrutturazione della Palazzina Marulli che ospita la Biblioteca comunale e la sistemazione dell’area verde che la circonda. Ma l’attenzione si inizierà a spostare anche dall’altra parte della città: saranno definiti i progetti per la torre dell’Acquedotto e la sistemazione completa di via Saffi e via Cairoli: in questi casi l’Amministrazione andrà alla ricerca di fondi da bandi regionali e nazionali.
Sul fronte delle scuole, il 2021 potrebbe essere un anno importante: lavori di messa in sicurezza dei plessi di via Marconi (le scuole rosa) già finanziati, attesa della conferma del finanziamento per la costruzione della nuova scuola materna di via Sant’Andrea, messa in sicurezza sismica per 2 blocchi della scuola di via Paganini già finanziata. L’Amministrazione sarà attenta, ovviamente, a scaglionare i lavori per evitare che gli inevitabili problemi di gestione degli spostamenti delle classi diventino eccessivi.
I servizi alla persona verranno mantenuti, tenendo conto anche delle esigenze specifiche e non sempre prevedibili connesse al Covid19, mentre in ambito culturale si inizierà a lavorare in modo diverso su Maria Montessori, concentrandosi sulla valorizzazione della rinnovata Casa Natale e sul festival COSMI, diretto da Vittorino Andreoli.
Particolare attenzione è stata rivolta al sostegno alle attività economiche, molte delle quali sono state messe in difficoltà dalla pandemia, e al potenziamento del controllo del territorio in materia di decoro urbano e di sicurezza.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: