Una giornata in onore dei migliori oli delle Marche

Una giornata in onore dei migliori oli delle Marche

I produttori di olio ed i frantoiani della regione si sono ritrovati a Fano per le premiazioni della 22^ edizione del concorso “L’Oro delle Marche”

FANO – Un sabato all’insegna delle buone pratiche alimentari e dei migliori prodotti della Regione Marche quello che si è svolto al Codma di Fano – Aula Magna della Protezione Civile alla presenza di oltre cento tra produttori e frantoiani della Regione.

Sono stati molti gli appuntamenti in programma che sono serviti a presentare il nuovo calendario di eventi O.L.E.A 2022, tra cui il Gran Galà dell’Olio – L’Oro d’Italia programmato per il weekend del 14 e 15 maggio 2022, il BacalàFest e il progetto Le Vie dell’Olio delle Marche che punta a consolidare il turismo enogastronomico nella Regione attraverso la costruzione di un percorso che coinvolge la realtà produttiva olivicola esaltando l’olio e le sue proprietà, il territorio vocato alla sua produzione e la coltivazione degli olivi e che contiene anche C’è Olio e Olio, finalizzato alla valorizzazione dell’olio attraverso la ristorazione.

 “Le Marche – ha affermato il vice presidente e assessore all’Agricoltura della Regione Marche, Mirco Carloni – sono il luogo dove l’attenzione alla biodiversità e la sostenibilità delle produzioni generano l’eccellenza. La Giunta regionale è impegnata a valorizzare il patrimonio agroalimentare dei nostri territori attraverso la creazione di un brand Marche forte e riconoscibile, centrato sulla qualità a beneficio dei nostri produttori. Saluto con piacere iniziative di pregio come il Gran Galà dell’olio delle Marche capaci di raccontare al mondo le grandi eccellenze della nostra splendida Regione”.

“Dopo un lungo periodo di sosta forzata, siamo ritornati a disposizione del grande pubblico. Grande successo della 33° edizione di Sapori e Aromi d’Autunno – racconta Giorgio Sorcinelli – responsabile della manifestazione e direttore di OLEA – che nonostante le difficoltà organizzative dettate dal momento storico e dalle disposizioni sanitarie per la pandemia, ha comunque ospitato migliaia di visitatori, vogliosi di tornare ad apprezzare i migliori prodotti enogastronomici della Regione che gli organizzatori hanno messo ancora una volta a loro a disposizione.

Straordinario il successo anche per il concorso più atteso nel panorama oleario della Regione, L’Oro delle Marche 2021, nonostante un’annata di produzione difficile, ha visto la partecipazione di 110 oli”.

La cerimonia di premiazione ha raccolto un grande successo di pubblico ed ha visto sfilare, tra gli applausi, i migliori produttori e frantoiani della Regione Marche.

Ecco la classifica parziale dei primi tre oli di ogni categoria:

OLIVICOLTORI / BLEND / FRUTTATO MEDIO:

1° Premio           Az. agr. Agostini Matteo (Montemarciano – AN) con Ventisettegradi blend

2° Premio           Az. agr. Befanucci Emanuele (Jesi – AN) con Pinzimonio

3° Premio E.A.   Az. agr. I Tre Filari (Recanati- MC) con I Tre Filari

3° Premio E.A.  Az. agr. Federica Pagliari (Montefelcino – PU) con Olio Pagliari

OLIVICOLTORI / MONOCULTIVAR/ FRUTTATO INTENSO:

1° Premio            Az. agr. Galluzzi Adriano (Castelfidardo – AN) con Monovarietale Picholine

2° Premio           Az. agr. Lara Mancini (Colmurano – MC) con L’errante Monovarietale Itrana

3° Premio           Soc. agr. Il Conventino di Monteciccardo (Monteciccardo – PU) con Frà Bernardo

OLIVICOLTORI / MONOCULTIVAR / FRUTTATO MEDIO:

1° Premio           Az. agr. Pacini Eda (Mogliano – MC) con Piantone di Mogliano

2° Premio           Az. agr. Bartolucci (Monsano – AN) con Mignola Bartolucci

3° Premio E.A.   Az. agr. Montecappone S.a.r.l. (Jesi – AN) con Monovarietale Leccino

3° Premio E.A.   Cartofaro Agribiologica (Ascoli Piceno) con Ascolana Tenera

OLEIFICI / BLEND / FRUTTATO MEDIO:

1° Premio           Agostini Alfredo S.n.c. (Petritoli – FM) con Selezione Sublimis

2° Premio           Oleificio Angelini Alberto e C. S.r.l. (Ascoli Piceno – AP) con Blend Biologico

3° Premio           Oleificio Montenovo S.n.c. (Ostra Vetere – AN) con Montenovo

OLEIFICI / MONOCULTIVAR / FRUTTATO MEDIO:

1° Premio           Oleificio Angelini Alberto e C. S.r.l. (Ascoli Piceno – AP) con Monovarietale Ascolana Tenera

2° Premio           Agostini Alfredo S.n.c. (Petritoli – FM) con Monovarietale Ascolana Tenera

3° Premio           Frantoio Chiodi (Castelplanio – AN) con Il Prezioso Mignola

La graduatoria relativa alla sezione riservata agli oli biologici, OROBIO MARCHE:

OROBIO MARCHE/ BLEND:

1° Premio            Az. agr. Agostini Matteo (Montemarciano – AN) con Ventisettegradi Blend

2° Premio            Oleificio Angelini Alberto (Ascoli Piceno – AP) con Blend Biologico

3° Premio            Az. agr. I Tre Filari (Recanati- MC) con I Tre Filari

OROBIO MARCHE/ MONOVARIETALI:

1° Premio            Soc. Agricola Il Conventino di Monteciccardo (Monteciccardo – PU) con Frà Bernardo

2° Premio            Cartofaro Agribiologica (Ascoli Piceno – AP) con Ascolana Tenera

3° Premio            Az. agr. Agostini Matteo (Montemarciano – AN) con Ventisettegradi mono Raggia

Ma, quest’anno, sul podio anche i migliori olivicoltori “amatoriali” in occasione delle premiazioni del nuovissimo Concorso L’Oro di Casa che OLEA ha ideato, gratuitamente, a favore di coloro che producono per l’esclusivo utilizzo familiare, ma che vogliono provare a migliorare la qualità del prodotto accompagnati dai migliori esperti del settore:

Ecco la relativa graduatoria dei 60 oli presentati:

1° Premio           Andrea Del Prete – Pesaro / olio: Giunone / varietà: Coratina / Frutt. Intenso

2° Premio           Daniele Ambrosini – Fano / olio: Ambrosini / blend / Frutt. Medio

3° Premio E.A.   Roberto Budassi – Cartoceto / olio: L’olio di Graziella / blend / Frutt. Medio

3° Premio E.A.   Francesco Giusini – Gradara / olio: Giusini / blend / Frutt. Medio

“Nonostante – spiega Renzo Ceccacci, presidente O.L.E.A. – il maltempo abbia allungato i tempi di consegna dei campioni di olio in gara, rallentando la molitura e la produzione, questo non ha inciso in alcun modo sulla qualità e sulla quantità della produzione olearia regionale. Il numero di oli partecipanti ai concorsi, resta, anche quest’anno, comunque elevato e di eccellente qualità, a dimostrazione della professionalità acquisita dai produttori, anche grazie all’efficace lavoro svolto da O.L.E.A. negli ultimi venticinque anni, fin dalla sua nascita, per il miglioramento qualitativo delle produzioni olearie”.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: