Dai borghi della Valcesano all’Itinerario della Bellezza: le Marche protagoniste sulla piattaforma Sharryland

Dai borghi della Valcesano all’Itinerario della Bellezza: le Marche protagoniste sulla piattaforma Sharryland

PESARO – Sono ormai diversi i percorsi e le tipicità che vedono protagonista la regione Marche su Sharryland, la piattaforma digitale che punta a valorizzare il turismo esperienziale e sostenibile intorno alle meraviglie italiane. Dai borghi della Valcesano alla Gola del Furlo, da Urbania al cosiddetto Itinerario della Bellezza, ecco i luoghi più magici da scoprire sull’interessante progetto tutto made in Italy.

Che cos’è Sharryland

Sharryland è una startup tutta italiana che sta cercando di cambiare il modo di approcciare il turismo, puntando sull’incontro tra chi cerca e chi offre esperienze di qualità sul territorio nazionale. A differenza dei portali che forniscono informazioni di viaggio e guide turistiche, Sharryland si pone come una vera e propria community, basata su una mappa collettiva e su un network che include operatori e viaggiatori.

L’obiettivo di Sharryland è quello di valorizzare al meglio le bellezze presenti sull’intero territorio italiano, puntando sull’aspetto esperienziale e della sostenibilità, il tutto sfruttando i vantaggi di un catalogo digitale fruibile da desktop e mobile, un po’ come accaduto per il mondo dei passatempi online su PokerStars Casino o per il mercato musicale su Spotify.

Per fare ciò, il sito mette a disposizione degli utenti un motore di ricerca utile per individuare le pagine relative ai luoghi desiderati, ma anche un social marketplace e una rete sociale, il tutto con l’obiettivo di creare valore attraverso la cooperazione e far nascere “una nuova economia fondata sulla bellezza”.

Con un archivio di proposte in continua crescita, la community Sharryland è oggi fortemente radicata proprio nelle Marche, regione che trova spazio sul portale con diversi itinerari ed esperienze a misura di ogni tipologia di viaggiatore. L’iniziativa, dunque, rappresenta oggi un importante vetrina per destinazioni e operatori dislocati nelle varie aree della regione, con un particolare occhio a quelle mete che non rientrano nei classici circuiti turistici, che grazie a un sito web e a un’app per dispositivi mobili possono mostrare alcune delle peculiarità di questa terra agli utenti connessi da ogni parte d’Italia e non solo.

Sharryland e le Marche: un binomio sempre più stretto

Il legame tra Sharryland e le Marche è sempre più stretto, anche in virtù della partnership avviata con la Confcommercio Pesaro Urbino/Marche Nord e con il Distretto Biologico Terre Marchigiane, che condividendo la filosofia di fondo della startup hanno deciso di utilizzare i loro canali per promuovere il territorio.

Com’è facile vedere collegandosi al sito sharry.land, sono tanti i percorsi messi in evidenza, all’interno dei quali si uniscono luoghi, storie e specialità enogastronomiche. L’itinerario che vede protagonista la Valcesano, per esempio, offre ai viaggiatori un modo alternativo per scoprire la storia e la cultura di questa terra, sfruttando in particolare le due ruote: si tratta infatti di un percorso preparato dal Gal Flaminia Cesano per tutti coloro che desiderano respirare l’aria pura delle campagne marchigiane a bordo della propria bici, con incursioni nei borghi medievali presenti in zona e nelle antiche tradizioni artigiane e culinarie.

Altro luogo magico presente su Sharryland è la Gola del Furlo, un canyon naturale all’interno del quale scorre il fiume Candigliano. L’itinerario è ideale per gli amanti della natura, che qui possono ammirare una vegetazione fitta e incontaminata e incontrare, con un po’ di fortuna, alcuni degli animali tipici della zona, come l’aquila reale.

Per chi ama le architetture medievali dei piccoli borghi del centro Italia e l’idea di un turismo slow, Urbania è un’altra delle mete suggerite da Sharryland. Poco distante dalla più famosa Urbino, Urbania si presente come una cittadina particolarmente ricca di punti di interesse e vivace dal punto di vista culturale, come dimostra l’organizzazione di premi letterari, feste folkloristiche e numerosi laboratori dedicati alle arti e ai mestieri.

Da non perdere, poi, è l’Itinerario della Bellezza, un percorso appositamente studiato per tutti coloro che desiderano scoprire la provincia di Pesaro Urbino senza perdere alcun dettaglio di questa splendida terra. Tredici comuni, tra cui Colli al Metauro, Fano, Fossombrone, Gradara, Pesaro e Urbino, si rendono protagonisti di un tragitto in grado di lasciare senza fiato i viaggiatori, sia al cospetto delle mete più rinomate che in quegli angoli meno noti ma altrettanto ricchi di fascino.

La proposta tutta marchigiana di Sharryland si completa con l’Eremo di Monte Giove, le Colline e i Borghi del Duca, il Monastero di Fonte Avellana, Tavullia e tante altre idee di viaggio assolutamente da scoprire, per un mix di mete che grazie al digitale possono ambire a brillare di nuova luce.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: