Anche l’azienda Pierpaoli – che ha sposato la causa dell’ecobio – ha partecipato al “ClimateStrike” lungo le vie di Senigallia

Anche l’azienda Pierpaoli – che ha sposato la causa dell’ecobio – ha partecipato al “ClimateStrike” lungo le vie di Senigallia

SENIGALLIA – Anche l’azienda Pierpaoli srl ha partecipato stamattina al “ClimateStrike”, l’evento in difesa del clima organizzato dalla rete globale “Fridays For Future”. Alcuni rappresentanti dell’azienda insieme a centinaia di cittadini e associazioni sono scesi in piazza a Senigallia per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli effetti devastanti dei cambiamenti climatici e per ribadire che, nonostante gli appelli della comunità scientifica mondiale, ancora troppo poco si sta facendo per affrontare questo drammatico problema che sta portando la terra ad un punto di non ritorno.

Tutti sono chiamati a fare la propria parte.

Da anni l’azienda Pierpaoli ha sposato la causa dell’ecobio riconvertendo la propria produzione di cosmetici e detergenti. Quello è stato solo l’inizio di un percorso in continuo miglioramento sul fronte della cura dell’ambiente e della eco-sostenibilità della produzione. L’azienda ha ottenuto di recente, ad esempio, la certificazione UNI EN ISO 14001\20015 che è  tra le più avanzate in campo ambientale e che prevede un innovativo approccio produttivo attento al “ciclo di vita” dei prodotti.

La speranza è che questa imponente giornata di mobilitazione per l’ambiente possa rappresentare un momento di svolta delle politiche ambientali sia a livello locale che globale. Da domani sarà più difficile per tutti (politica, istituzioni, mondo del lavoro e cittadini) ignorare le richieste di giustizia ambientale che provengono da strati sempre più vasti della società ed in particolar modo dalle nuove generazioni.

PER SAPERNE DI PIU’

 

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it