Castelbellino Arte al via con due mostre ospitate a Villa Coppetti

Castelbellino Arte al via con due mostre ospitate a Villa CoppettiCastelbellino Arte al via con due mostre ospitate a Villa Coppetti

Castelbellino Arte al via con due mostre ospitate a Villa Coppetti

CASTELBELLINO – Partirà questo week end la 26^ edizione di Castelbellino Arte, il festival multidisciplinare di musica, arti figurative, teatro, cinema e filosofia, organizzato e promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Castelbellino in collaborazione con la Pro Loco e in programma fino al 24 luglio.
Sabato prossimo l’inaugurazione della Rassegna cinematografica Sandrino Franconi con la proiezione del film “”Il Conte Max”, primo di una serie di appuntamenti con il “Cinema in Terrazza” che quest’anno rende omaggio ad Alberto Sordi.
Domenica sarà una giornata dedicata invece all’arte, con l’inaugurazione a partire dalle 18.30 delle due mostre ospitate presso il Museo Civico di Villa Coppetti.

“Borsellino e Falcone – Uomini, Martiri e Icone 1992_2016” è il titolo della raccolta di opere pittoriche, fotografiche e installazioni frutto di una collaborazione con l’associazione culturale Collettivo VV e il portale Fareverde.it. Obiettivo promuovere e diffondere la “Cultura della Legalità” attraverso anche la figura dei Magistrati italiani Paolo Borsellino e Giovanni falcone che, sicuramente, sono i martiri della mafia più conosciuti. Ce ne sono tuttavia molti altri e la mostra è occasione per ricordarli, attraverso un elenco di 800 nomi dal 1983 fino al 2015 raccolti e pubblicati dall’associazione LIBERA di Don Ciotti che si occupa di promuovere la cultura della legalità e di riconvertire i beni confiscati alla mafia in luoghi di utilizzo sociale. La mostra mette in luce non solo le vittime ma anche quel “sentire mafioso” radicato nelle tradizioni popolari del Sud Italia, quella visione di vita e regola di comportamento  secondo cui la giustizia va realizzata a amministrata al di fuori delle leggi dello Stato. La mostra, nata a Camerata Picena grazie all’artista e curatore Massimo Volponi di Collettivo VV, è in forma itinerante e gratuita: anche le dimensioni delle opere sono pensate per poterle meglio trasportare con costi meno elevati, così da non gravare sulla comunità che lo accoglie.

“Il Risorgimento dipinto … attraverso i suoi protagonisti” è il titolo invece della seconda mostra che sarà inaugurata sempre domenica, alle ore 21.00. Si tratta di una raccolta e donazione di opere frutto del progetto didattico di arte applicata (illustrazione)  che ha coinvolto gli allievi della Scuola Internazionale dei Comics di Jesi. Il Risorgimento è  affrontato attraverso la rappresentazione e i ritratti dei suoi protagonisti: che fossero propugnatori e combattenti per l’Italia Unita o loro antagonisti sono personaggi che hanno plasmato quel periodo, vivendolo con forte intensità rincorrendo un ideale.”Perché una collezione di opere ispirata al Risorgimento? Primo motivo perché Castelbellino vanta in passato la presenza di un’importante discendente di Giuseppe Garibaldi, la nipote Garibalda Canzio – spiega l’assessore alla Cultura e vice sindaco Massimo Costarelli – Questo ha portato nel tempo il Comune di Castelbellino a diventare punto di riferimento culturale ed artistico del Risorgimento italiano grazie anche al grande lavoro del compianto Sandrino Franconi”.
Oggi Villa Coppetti, dal 2015 sede del Museo Didattico del Risorgimento contemporaneo, racchiude nelle sue stanze opere originali ed innovative interpretazioni di giovani artisti di quel periodo storico, grazie alla preziosa collaborazione con l’associazione Collettivo VV e il faroverde.it. “La sinergia con la Scuola Internazionale di Comics, che ha sapientemente interpretato lo spirito del Museo, ha dato origine a una nuova serie di opere – aggiunge Costarelli – una miscela esplosiva di colore e movimento, attraverso la quale ii ragazzi hanno saputo rinnovare, sotto la guida del prof. Marco Astracedi, storie e aneddoti dei personaggi risorgimentali”.

Le mostre d’arte in esposizione all’interno del Museo Civico Villa Coppetti resteranno aperte fino al 24 luglio, tutti i giorni dal mercoledì alla domenica, dalle ore 17,30 alle ore 19,30, su richiesta, e in occasione degli eventi serali di Castelbellino Arte.

A chiudere la serata di domenica, alle ore 22.00, “Concerto nel Parco” di Villa Coppetti per il primo appuntamento del ciclo Castelbellino Arte Jazz : si esibirà l’Opus 1 Jazz Big Band con i brani che hanno fatto la storia del jazz , dirige l’orchestra il M° Antonangelo Giudice.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it