L’impresa è in crisi, bloccati i lavori nella piazza di Fermignano

L’impresa è in crisi, bloccati i lavori nella piazza di Fermignano

L’impresa è in crisi, bloccati i lavori nella piazza di Fermignano L’impresa è in crisi, bloccati i lavori nella piazza di Fermignano L’impresa è in crisi, bloccati i lavori nella piazza di Fermignano

FERMIGNANO – I lavori di rifacimento di Piazza Garibaldi, nella città metaurense, appena cominciati sono già finiti. Tanto magnificati nell’ultima campagna elettorale dalla allora legislatura in carica (“Fermignano Nuova”), spodestata dalle proprie sicurezze dalla lista civica “Fermignano Futura” del giovane Emanuele Feduzi, del via vai di operai, mezzi e materiali, da 10 giorni a questa parte, nemmeno l’ombra. Tutta la cittadinanza, passando tra i tracciati delle reti di protezione del cantiere, si guarda attonita e getta gli occhi interrogativi sul grande rettangolo in cui sono parcheggiati muletti, trattori e ruspe.

I grandi tubi delle fognature e delle canalizzazioni dell’acqua sembrano opere scultoree alla grande, ennesima incompiuta locale. Qualcuno butta là: “I 10 anni di Cancellieri sindaco e della sua maggioranza non potevano finire peggio”. Al di là delle considerazioni più o meno personali, i fermignanesi si chiedono cosa stia accadendo nel sito centrale della città. A settembre/ottobre il restyling della piazza doveva essere riconsegnato alla comunità. Invece, le cose rischiano di restare così: tutto si è fermato. L’impresa edile che esegue i lavori di riqualificazione urbanistica è in difficoltà (finanziaria?) e così il cantiere si è bloccato. Ennesima complicazione nella vicenda dei lavori per la creazione del nuovo centro cittadino. Sembra di rivivere gli eventi, sotto gli occhi di tutti, della zona Lar Mobili.

La ditta Essegi srl che ha avuto i lavori, in realtà, sta vivendo un momento di forte sofferenza. Proprio per questo nelle ultime settimane si sono verificati solo silenzi attorno al cantiere. Si è sparsa la notizia, non confermata, che i lavori potrebbero essere abbandonati completamente causa concordato preventivo o addirittura fallimento della ditta assegnataria. Proprio questi giorni ci saranno riunioni tra le parti interessate (Comune e responsabili aziendali) per cercare di capire come stanno esattamente le cose e come uscire dall’impasse. La settimana prossima anche i commercianti del centro si vedranno per verificare, con un avvocato, la possibilità ad adire per vie legali per risarcimento danni dai mancati guadagni visto che i parcheggi dello slargo sono pressochè inutilizzati. Da diverso tempo è scattato un campanello d’allarme per i tecnici del comune visto che la presenza delle maestranze, nel cantiere, è azzerata da tempo. In settimana si spera di avere un quadro più chiaro della situazione e trovare così una soluzione ad  una vicenda abbastanza tangibile di evidente imbarazzo per tutti. (eg)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: