A Fano si prepara il “Natale Più” solidale di sempre

A Fano si prepara il “Natale Più” solidale di sempre

“Compriamo locale per aiutare la rete commerciale della città”

FANO – “Un natale all’insegna della solidarietà economica e sociale”. E’ questo il messaggio promosso dall’amministrazione comunale che accompagnerà le festività fanesi 2020. Un evento particolare che deve necessariamente infondere un po’ di speranza in un momento storico senza precedenti. “Quest’anno Natale è sinonimo di solidarietà – commenta l’assessore al Turismo e Commercio Etienn Lucarelli -, per la prima volta l’obiettivo non può essere quello di attirare turisti e persone da fuori, ma è quello di supportare comunque, con tutte le nostre forze, il commercio cittadino. Per questo motivo con lo slogan ‘Più cuore per il territorio, più regali sotto casa, accendi il tuo Natale’ lanciamo un messaggio di fiducia con la speranza che i fanesi quest’anno acquisteranno i regali nel locale, per cercare di dare un po’ di respiro alla rete commerciale cittadina”.

Per fare questo l’amministrazione grazie al contributo della Regione Marche e al grande lavoro della Proloco di Fano che si occuperà fisicamente di quasi tutte le installazioni, ha deciso di addobbare la città per rendere il passeggio tra i negozi ancora più piacevole ed accogliente.

Il progetto prevede un’illuminazione scenografica per tutto Corso Matteotti e vie limitrofe, con allestimenti che tra verde e luci ricorderanno l’Arco d’Augusto. Illuminazione che sarà visibile anche di giorno, così da dare un pizzico di magia anche al passeggio pomeridiano. Un cielo stellato sorgerà invece sopra piazza Costanzi, grazie all’installazione degli esercenti della zona che si sono impegnati sia fisicamente che economicamente per rendere ancora più calda ed elegante l’area. Fulcro e cuore del Natale, quest’anno più che mai, sarà ovviamente piazza XX Settembre dove sorgerà il grande abete donato dalla famiglia Carletti di Fano, alto oltre 15 metri e illuminato da 25mila led. Non dimentichiamoci dell’albero artistico realizzato dalla coppia Del Signore – Seri che anche quest’anno sarà posizionato in uno dei punti strategici della città.

Particolare anche l’allestimento del Pincio dove, in funzione anche del grave momento che stanno passando gli artisti locali, sorgerà un presepe di Carta Pesta a grandezza Naturale, realizzato dai maestri carristi che al momento non hanno potuto lavorare al Carnevale di Fano, a causa della Pandemia. Giuseppe, Maria e Gesù Bambino saranno posizionati all’interno di una capanna che sorgerà i giardini Roma.

Altro monumento protagonista del Natale 2020 sarà l’Arco d’Augusto. Il lockdown ha colpito anche la cultura della città chiudendo opere d’arte all’interno di musei non accessibili. Per questo, le opere più importanti (Pala del Perugino, Predella, Angelo Custode del Guercino e tanto altro…) saranno proiettate in uno spettacolare videomapping che animerà l’arco tutti i giorni fino al 6 gennaio.

Come sopracitato, Natale 2020 sarà sinonimo di solidarietà. Il comparto economico si stringe anche attorno ai chi non ha avuto modo di proporre le proprie opere a causa della cancellazione del classico mercatino natalizio. Le agenzie di viaggio fanesi hanno deciso di ospitare gli hobbisti mettendo a disposizione le proprie vetrine dove verranno esposte opere ideali per fare piccoli e originali regali. Inoltre è stata ulteriormente potenziata la landing page Visitfano.app che oltre a raccogliere tutte le attività di ristorazione che propongono servizio da asporto, fungerà da vetrina commerciale per i negozi cittadini.

Nonostante le restrizioni, non mancheranno ovviamente alcuni momenti artistici dal vivo. Fano Jazz si trasforma in Fano Jazz Winter e nelle domeniche dell’8, 13 e 20 dicembre porterà concerti live in alcuni balconi lungo corso Matteotti. 12 concerti che coinvolgeranno 27 musicisti e che renderanno ancora più bello passeggiare per il centro città. Fano Jazz che quest’anno si occuperà anche della Filodiffusione, rinominata “Jazzy”, con playlist e musica che accompagneranno esercenti e cittadini fino al prossimo 6 gennaio.

Come ormai è ben chiaro a tutti, gli assembramenti sono vietati e quindi organizzare un’inaugurazione come quelle degli anni passati sarebbe stata solo utopia. Ma non sarebbe Natale senza il momento dell’accensione dell’albero e quindi grazie alla collaborazione con l’Orchestra Sinfonica Rossini, al Teatro della Fortuna e le campionesse di ginnastica ritmica dell’Aurora Ginnastica Fano, si realizzerà uno spettacolo di apertura che verrà trasmesso in diretta sulle televisioni cittadine e sui canali social comunali oltre che delle associazioni coinvolte. Inaugurazione prevista alle 21 del 3 dicembre, che darà il via ufficiale alle festività natalizie cittadine. Oltre a questo importante appuntamento, la stessa metodologia di trasmissione verrà utilizzata per gli auguri natalizi del 24 dicembre dove verranno coinvolti anche alcuni bambini e ovviamente per il Capodanno grazie alla collaborazione, sempre dell’Orchestra Sinfonica Rossini e dei Comici del San Costanzo Show. La regia alle attività di streaming sarà affidata alle sapienti mani del regista fanesi Henry Secchiaroli che si è occupato anche della promozione realizzando alcuni spot video del Natala 2020.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: