Nominato il nuovo Cda del Consorzio Frasassi: subito al lavoro per la riapertura delle grotte

Nominato il nuovo Cda del Consorzio Frasassi: subito al lavoro per la riapertura delle grotte

GENGA – Il Consorzio Frasassi riparte con un Consiglio d’Amministrazione a tre. Una soluzione transitoria per permettere all’Ente che gestisce il complesso ipogeo di rimettere in moto la struttura e affrontare una stagione che, con tutte le limitazioni del momento, si andrà comunque ad approcciare.

Oggi alle 16 si è riunita in videocall l’Assemblea composta dal sindaco di Genga, l’avvocato Marco Filipponi, e il Presidente della Provincia Luigi Cerioni. Una concertazione che ha fatto optare per una soluzione transitoria, così da permettere una pronta ripartenza della struttura, confermando le nomine dei tre consiglieri rimasti in carica dopo le dimissioni del presidente Geniale Mariani e del consigliere Giuseppe Dominici.

Dunque l’Assemblea ha nominato Concetta Bettarelli quale nuovo presidente del Consorzio Frasassi e i due consiglieri: l’ingegnere Lorenzo Burzacca e la dott.ssa Marta Paraventi. Mentre la carica di Vicepresidente, già in capo a Lorenzo Burzacca, verrà validata in sede di riunione del primo CdA.

«L’amministrazione comunale e il Consorzio Frasassi guardano al futuro del territorio – afferma il sindaco Marco Filipponi – la stagione turistica, per quello che potrà concedere, è comunque alle porte. E, nonostante il periodo di difficoltà che si sta affrontando, siamo chiamati a dare risposte concrete in tempi relativamente brevi. Il primo passo è stato compiuto. Ora non resta che centrare il prossimo traguardo: rimettere in moto una struttura che rappresenta il volano turistico del territorio e della regione».

Una road map chiara e fondata su obiettivi concreti. Il primo step sarà la riorganizzazione dell’Ente per cominciare a studiare una piattaforma per la riapertura delle Grotte. Il turismo è il settore più colpito dall’emergenza creata dalla pandemia, ma allo stesso tempo rappresenta una filiera importante che non può fermarsi. Parola d’ordine: sicurezza. Dunque la missione principale sarà approntare un protocollo che permetta al turismo di prossimità di usufruire dell’offerta messa in campo dal territorio.

«Sono criticità, queste, che accomunano tutte le destinazioni territoriali che oggi si trovano a dover
ridefinire le modalità di azione – aggiunge il sindaco – pertanto ci confronteremo con la Regione Marche e anche con le altre realtà turistiche per condividere opinioni e progetti. Siamo stati chiamati a sostenere una nuova e inaspettata sfida, e la risposta di Frasassi non è tardata ad arrivare».

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: