Una pista ciclo-pedonale collegherà Piano Marina al centro di Marotta

Una pista ciclo-pedonale collegherà Piano Marina al centro di Marotta

Ma il progetto andrebbe modificato per consentire di raggiungere in sicurezza anche i luoghi di maggiore aggregazione del quartiere come la scuola elementare e materna, il parco giochi dei bambini e la chiesa. Il sindaco Barbieri: “Iniziati i lavori di un’opera fondamentale”

MAROTTA – C’è stata una grande partecipazione all’incontro, organizzato dall’Amministrazione comunale, nella Sala “Blasi Fenici”, negli spazi della nuova chiesa di Piano Marina, per la presentazione del progetto della pista ciclabile che collegherà il quartiere di Piano Marina a Marotta.

E’ stato il sindaco, Nicola Barbieri, coadiuvato dai tecnici, ad illustrare il progetto della pista ciclabile, realizzata in collaborazione con la ditta So.Di.Co – presente con il suo amministratore Lauro Colomboni -, che collegherà via della Luna alla rotatoria situata tra via del Sole e Via del Mare, per un tratto di 650 metri circa.

A questo si aggiungerà un ulteriore tratto di collegamemto, con il  percorso già previsto dalla lottizzazione PP45. E ciò permetterà di usufruire di un unico tracciato per pedoni e ciclisti che da Piano Marina raggiungerà Via G. Di Vittorio e Via Berlinguer, all’altezza del sottopasso Togliatti e di Viale Europa.

Una pista ciclabile, però – e questo va detto chiaramente –, che nasce male. Non sono stati infatti interessati dal progetto i luoghi di maggiore aggregazione del quartiere come la scuola elementare e materna, il parco giochi dei bambini e la stessa chiesa dove, guarda caso, è stata organizzata la presentazione del progetto. E questo, nel corso della serata, è stato giustamente fatto presente al sindaco Barbieri. Anche perché, in una inter-quartieri, si dovrebbero invogliare i residenti – consentendolo nella massima sicurezza – a raggiungere i luoghi di maggiore aggregazione, in bicicletta o a piedi. Speriamo, a questo punto, che si possa provvedere, al più presto, a modificare un progetto che potrebbe essere ottimo ma che, al momento, non si presenta adeguato alle necessità di Piano Marina, un quartiere in continua crescita.

Secondo quanto è stato illustrato ieri sera, la nuova pista ciclabile sarà illuminata da un  impianto a led e lungo il tracciato ci saranno anche alcune piazzole di sosta, di forma rettangolare, con panchine e bacheche informative che ripercorreranno la storia dell’aeroporto.

La nuova pista ciclabile avrà infatti anche un significato storico-culturale, tanto che c’è già la volontà dell’Amministrazione comunale di denominarla “Mondolfo Airfield”, in quanto durante la seconda guerra mondiale – da febbraio a maggio del 1945 -,  proprio in quella zona, era stato realizzato un aeroporto dell’aviazione americana, con quel nome. Ricordi di un passato, mai dimenticato, riportati alla luce grazie alle testimonianze, con video e foto proiettate, durante l’incontro, da Edi Eusebi e Mario Ercolani, in collaborazione con l’Archeoclub di Mondolfo.

“Stiamo rivolgendo – ha anche sottolineato nel presentare il progetto della nuova pista ciclabile il sindaco di Mondolfo, Nicola Barbieri – grande attenzione alla mobilità sostenibile con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei nostri cittadini. Gli interventi già realizzati e quelli in programma vanno in questa direzione. Ne sono un esempio: la pista ciclo-pedonale che collega Centocroci a San Sebastiano, la riqualificazione del lungomare con la nuova pista ciclabile, i lavori in corso nella zona di Marotta Nord, rientranti nel più ampio progetto della Ciclovia Adriatica, insieme alla realizzazione del ponte ciclopedonale sul Cesano. Inoltre stiamo lavorando per la ciclovia di Vallata e per un percorso che, in sicurezza, possa collegare Centocroci a San Gervasio”.

Interventi che hanno permesso al Comune di Mondolfo di aggiudicarsi l’importante riconoscimento di “Comune ciclabile”. L’Amministrazione comunale, infine, ha informato i presenti anche sui futuri possibili collegamenti che interesseranno il quartiere.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: