Intensificati dai carabinieri i controlli nei luoghi delle movida senigalliese

Intensificati dai carabinieri i controlli nei luoghi delle movida senigalliese

Gli interventi durante la notte per garantire a tutti un sano divertimento. Una segnalazione per possesso di stupefacenti e sanzioni per ubriachezza

SENIGALLIA – Nella notte tra sabato e domenica, i carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno eseguito un controllo straordinario in materia di tutela della sicurezza dei minori e contrasto al consumo delle droghe e all’abuso di alcool.

L’attività di controllo dei carabinieri si è svolta, oltre che nella zona della movida senigalliese (centro storico e lungomare), anche nei pressi della discoteca Mamamia dove, diverse centinaia di giovani e adolescenti provenienti da varie località dell’hinterland senigalliese, si sono riversati per passare la notte.

Una persona denunciata in stato di libertà, una segnalazione per uso non terapeutico di sostanze stupefacenti e una sanzione amministrativa per ubriachezza, questo bilancio dei controlli eseguiti dai carabinieri della Compagnia di Senigallia.

Numerosi i controlli eseguiti che, dal primo pomeriggio di sabato sono continuati ininterrottamente fino a domenica mattina, soprattutto sono stati indirizzati alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica al fine di prevenire particolari conseguenze ai fruitori del divertimento del fine settimana ed in previsione dei due eventi della 29^ Fiera Campionaria di Senigallia e della tradizionale Fiera di Sant’Agostino, manifestazioni che caratterizzano questo fine agosto dell’estate senigalliese.

Nel corso dei servizi di prevenzione e tutela del territorio sono state controllate oltre 150 persone e 94 veicoli, 22 gli automobilisti sottoposti all’alcool test preliminare, 8 le contravvenzioni elevate al codice della strada.

Presso la discoteca “Mamamia” i Carabinieri sono dovuti intervenire per una persona, un cittadino senegalese, di 40 anni, residente nell’entroterra maceratese che, in evidente stato di ubriachezza, tentava di entrare nel locale e, a seguito del rifiuto da parte degli addetti alla sicurezza, andava in escandescenza.

Solo l’immediato e tempestivo intervento dei militari, già presenti per dei controlli nei pressi del varco di ingresso al locale, evitavano conseguenze in danno dei tanti avventori che si apprestavano ad entrare. Il senegalese, alla vista dei carabinieri ha iniziato ad inveire nei loro confronti con minacce ed offese, rifiutando inoltre di fornire le proprie generalità.

Appurato che l’uomo era sprovvisto di documenti di identità è stato prontamente condotto in caserma per i necessari accertamenti, al termine dei quali, constatata l’identità ed il possesso di un regolare permesso di soggiorno, è stato denunciato in stato di libertà alla Autorità Giudiziaria per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, rifiuto di indicazione dell’identità personale e ai sensi dell’art.6, c. 3, del D.Lgs. n. 286 del 1998, poiché, ancorché in regola sul territorio nazionale, era sprovvisto di documento di identità personale. Il medesimo, risultato positivo all’accertamento alcolemico con un tasso di 2,50 gr./lt., è stato anche sanzionato in via amministrativa, per ubriachezza molesta, ai sensi dell’art.688 del codice penale.

Nei controlli in città, un 21enne, è stato trovato in possesso di un piccolo involucro di carta, celato all’interno di un pacchetto di sigarette, contenente 0,26 grammi di hashish. La sostanza stupefacente rinvenuta è stata sottoposta a sequestro amministrativo e la persona è stata segnalata al Prefetto per i provvedimenti di competenza per l’uso non terapeutico di sostanza stupefacente.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it