Il Premio Sciabica assegnato a Marzocca alla memoria del suo ideatore Maurizio “Bobo” Paolasini, scomparso un anno fa

Il Premio Sciabica assegnato a Marzocca alla memoria del suo ideatore Maurizio “Bobo” Paolasini, scomparso un anno fa

SENIGALLIA – Pieno al limite della capienza, il Centro Sociale “Adriatico” di Marzocca ha ospitato la 15^ edizione del Premio Sciabica, che viene assegnato quale riconoscimento a coloro che hanno rappresentato le Marche in tutti i campi, dallo sport alla cultura. E quest’anno non ci potevano essere dubbi sull’assegnazione del premio, che è stato attribuito alla memoria del suo ideatore, Maurizio “Bobo” Paolasini, scomparso un anno fa.

Tanti amici e collaboratori del carissimo Bobo hanno voluto essere presenti alla consegna del premio, che è diventata anche un’occasione per rendere omaggio ad uno dei più amati e apprezzati uomini di spettacolo della nostra città, per ricordare il quale si sono dati appuntamento attori e musicisti che con lui hanno lavorato negli anni.

Commosse le esibizioni dei “Senza vergogna”, che avevano in Bobo la voce solista, ma anche del “Coro ‘62 e dintorni”, con cui Bobo collaborava da tempo alla sua maniera, ovvero a titolo assolutamente gratuito e per iniziative di beneficenza, che lo vedevano sempre disponibile. E di altissimo profilo è stata la prova di Gastone Pietrucci della “Macina”, che ha cantato – senza accompagnamento – alcuni brani dedicati all’amico. E poi “I via del Casale”, formazione sempre in evoluzione con musicisti ogni volta diversi pronti ad accompagnare le voce di Bobo.

E poi le testimonianze di tanti (tra cui, ovviamente attori e registi del Gruppo Teatrale “La Sciabica”) che non dimenticano Bobo e che si sono stretti intorno alla moglie e alla figlia, ricordando i tanti momenti vissuti insieme.

L’attribuzione del premio da parte del sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi ha visto un altro momento di commozione, per la presenza dell’artista Gió Fiorenzi, marzocchina di adozione e da sempre autrice delle opere che vengono donate ai vincitori del Premio Sciabica, che ha voluto ad ogni costo essere presente all’omaggio all’amico Bobo.

Un amico che manca tanto a tutti noi. Grazie agli organizzatori del Premio – che raccolgono l’eredità di impegno e passione che Bobo ha lasciato – e a chi ha progettato i vari momenti della serata. Una serata in cui si è ricordata una persona ancora straordinariamente viva nel cuore di tutti.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it