Lo “Stabat Mater” il 12 maggio ad Ostra nella Basilica di Santa Croce

Lo “Stabat Mater” il 12 maggio ad Ostra nella Basilica di Santa Croce

OSTRA – 1868-2018: in occasione dei 150 anni dalla morte del compositore marchigiano Gioacchino Rossini, saranno molteplici le iniziative su tutto il territorio nazionale e non, per celebrare la sua straordinaria e inconfondibile musica. Anche ad  Ostra  risuoneranno le note rossiniane, grazie ad un evento di singolare pregio, proposto dall’Associazione Pro Loco di Ostra in collaborazione con l’associazione “Vincenzo De’ Grandis” e con il patrocinio del Comune di Ostra. Sabato 12 maggio, alle ore 19.00, sarà possibile assistere, nella Basilica di Santa Croce,  grazie alla disponibilità di D. Umberto Gasparini, all’esecuzione dello Stabat Mater,  per soli, coro e orchestra.  Nell’avvicinare il testo di Jacopone da Todi, Rossini aveva certamente nella mente e nel cuore lo “Stabat Mater” di Pergolesi, eccellente marchigiano anche lui: il compositore pesarese lo aveva ascoltato da giovanissimo e ne era rimasto profondamente commosso, considerandolo un capolavoro irripetibile e inarrivabile.

Questa convinzione era così radicata in Rossini, che il suo “Stabat” nacque dopo moltissime pressioni  e richieste e, sulle prime, fu autorizzata l’esecuzione soltanto in forma privata.  Lavorò a lungo su questa partitura, la riprese molti anni dopo la prima parziale stesura: di fatto, anche la composizione rossiniana, totalmente autonoma e originale,  è un autentico capolavoro, a metà strada tra l’opera e la musica sacra propriamente detta, segnato dallo stile operistico del Rossini più maturo, ma anche capace di recuperare le formule tradizionali della polifonia italiana.

Ad Ostra sarà proposto da un organico d’eccezione: saranno presenti, infatti, gli oltre cinquanta elementi dell’orchestra  “Ensamble ConFuoco” di Bietigheim, in Germania, diretta dal maestro Florian Ganz: tra i membri dell’orchestra, sono presenti anche alcuni musicisti giovanissimi, perfettamente amalgamati con i professori  di maturata esperienza. La parte vocale è affidata al Coro Filarmonico Rossini, diretto dal maestro Roberto Renili: fondato nel 1996 e composto da oltre 50 coristi, ha partecipato a festival, rassegne e stagioni musicali nazionali ed internazionali, esibendosi nei più importanti teatri italiani e stranieri.

Ha all’attivo più di 300 concerti, con oltre 50 opere complete presentate. Le parti soliste avranno come splendidi protagonisti  il soprano So Hyun Lee,  il mezzo soprano Jimena Llanos, il tenore Patrizio Saudelli e il basso Roberto Ripesi. Lo stesso organico ha proposto, nei giorni scorsi, l’opera di Rossini in Germania ed ora, rientrati in Italia accompagnati da uno straordinario consenso del pubblico, sarà un privilegio esclusivo poterli ascoltare ad Ostra. Un appuntamento assolutamente da non perdere che vuole essere anche un’anteprima degli eventi che caratterizzeranno la ‘Settimana della Musica 2018’ ad Ostra programmata per il periodo 21-29 luglio. L’ingresso è libero.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it