Bimbo cade in un pozzo, tragedia alla periferia di Corinaldo

Bimbo cade in un pozzo, tragedia alla periferia di Corinaldo

CORINALDO – Tragedia, nel pomeriggio, poco dopo le 18, in un’azienda agricola alla periferia di Corinaldo. Per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri della locale Stazione, subito intervenuti sul posto, insieme ai colleghi della Compagnia di Senigallia, un bambino di cinque anni è caduto in un pozzo, contenente, oltre all’acqua, anche gli scarti della lavorazione delle olive. La tragedia, infatti, si è verificata all’interno di un frantoio, dove il bambino si trovava in visita, insieme ai genitori.

Tutti i soccorsi, seppure immediati, sono risultati vani. Tra l’altro, va detto, che uno dei primi soccorritori, nel tentativo di tirar fuori il piccolo, è stato colto da malore, per le forti esalazioni di gas provenienti dall’interno del pozzo.

Sul luogo della tragedia, appena è scattato l’allarme, sono intervenuti i mezzi di soccorso del servizio sanitario regionale, oltre ai vigili del fuoco. E sono stati proprio i sommozzatori dei vigili del fuoco a recuperare il corpicino, ormai senza vita, del piccolo.

Il corpicino del bambino, residente con i genitori (di origine rumena) a Ostra Vetere, è stato trasferito in serata all’obitorio dell’ospedale di Senigallia per essere sottoposto, già domani, a tutti i necessari accertamenti.

 

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it