FALCONARA / Arrestato ed espulso un tunisino, accusato di violenza e resistenza ai carabinieri

FALCONARA / Arrestato ed espulso un tunisino, accusato di violenza e resistenza ai carabinieri

FALCONARA – Nei pressi della Stazione Ferroviaria, in via Cavour, i carabinieri della Tenenza di Falconara Marittima hanno proceduto all’arresto di un tunisino con l’accusa di violenza e resistenza ad un pubblico ufficiale, denunciando a piede libero un ulteriore straniero, un cittadino libico gravato da precedenti di polizia, trovato ingiustificatamente in possesso di un grosso cacciavite occultato al di sotto degli indumenti.

Sono stati attimi di concitazione per la pattuglia della Tenenza di Falconara, intervenuta nel corso di un regolare controllo di polizia a carico di tre soggetti stranieri, notati in atteggiamenti sospetti nelle vicinanze dello scalo ferroviario e che, alla vista dei militari, hanno da subito manifestato un atteggiamento ostile, nel chiaro tentativo di sottrarsi ai controlli.

In pochi istanti la situazione è degenerata quando uno dei tre individui, dopo aver afferrato una bottiglia di vetro ed averne frantumato il fondo contro l’asfalto, brandendola dal collo la rivolgeva in direzione dei militari, tentando più volte l’affondo.

Tempestiva la reazione dei carabinieri che, evitando tragiche conseguenze, riuscivano in poche mosse a neutralizzare l’aggressore, ponendolo in condizione di non nuocere.

Nel corso dei successivi controlli, a carico del tunisino spiccava anche un provvedimento di espulsione dal territorio dello Stato che, al termine del giudizio direttissimo, sarà eseguito presso il più vicino C.I.E. (Centro di Identificazione ed Espulsione).

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it