SENIGALLIA / In arrivo una nuova rotatoria: approvata la variante che ridisegna il quartiere della Cesanella

SENIGALLIA / In arrivo una nuova rotatoria: approvata la variante che ridisegna il quartiere della Cesanella

SENIGALLIA / In arrivo una nuova rotatoria: approvata la variante che ridisegna il quartiere della Cesanella

SENIGALLIA / In arrivo una nuova rotatoria: approvata la variante che ridisegna il quartiere della Cesanella SENIGALLIA – È iniziato il conto alla rovescia per la realizzazione del nuovo ingresso al quartiere della Cesanella con la progettazione della rotatoria di accesso e di un parcheggio a servizio del lungomare e dei residenti.

Nell’ultima seduta, infatti, la giunta comunale ha approvato la variante al Piano Particolareggiato del Parco che apre l’iter finalizzato alla riqualificazione di piazzale Michelangelo e dell’intera area in entrata di uno dei quartieri più popolosi della città, che  nell’ultimo decennio ha avuto uno sviluppo urbano improntato alla sostenibilità ambientale, all’edilizia sociale e ai servizi collettivi. L’intervento sarà finanziato con le risorse derivanti dagli oneri di urbanizzazione relativi alla riqualificazione di un’area privata.

“La realizzazione della rotatoria e dell’accesso dalla statale  Adriatica al quartiere – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – rappresenta uno degli importanti tasselli di riqualificazione della città che l’Amministrazione sta attuando dopo l’apertura della Complanare. Quest’ultima, infatti, permette di mettere ordine e di riorganizzare la viabilità nei quartieri a nord della città, e di dare un volto più urbano alla statale, aumentando la sicurezza, gli attraversamenti pedonali, gli spazi per il parcheggio e il verde a servizio dei quartieri. Insomma, da via di attraversamento la statale diventerà sempre più strada di accesso ai quartieri”.

“La sistemazione urbana di piazzale Michelangelo – aggiunge l’assessore all’Urbanistica Maurizio Memè – disegnerà anche la porta di accesso a nord alla città: nodo per servizi e infrastrutture (50 posti auto a servizio di residenti e turisti) e luogo di identità e riconoscibilità per il quartiere”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it