A Serra de’ Conti a seminare il futuro con La Terra e il Cielo

A Serra de’ Conti a seminare il futuro con La Terra e il Cielo

Famiglie e bambini nei campi per la semina a mano dei cereali biologici. Un’iniziativa organizzata da EcorNaturaSì con la cooperativa di agricoltura biologica per far capire come funziona la filiera produttiva del bio

A Serra de’ Conti a seminare il futuro con La Terra e il Cielo A Serra de’ Conti a seminare il futuro con La Terra e il Cielo

SERRA DE’ CONTI – Sui campi, in mezzo alle zolle, per toccare la terra viva e fertile e seminare a mano quelli che un domani saranno cereali agricoli biologici. Sono state numerose le famiglie, una cinquantina di persone, che hanno scelto di passare così una mattina di autunno sulle colline di Serra de’ Conti (An) per l’iniziativa “Seminare il futuro”, promossa a livello nazionale da EcorNaturaSì e organizzata nelle Marche con la cooperativa biologica La Terra e il Cielo in occasione della “Giornata mondiale dell’alimentazione”, In gruppo, tantissimi i bambini, attrezzati con stivaloni e un piccolo sacchetto di carta con dentro i semi di grano tenero, hanno seguito Luciano Valentini, socio della Terra e il Cielo, che, su un terreno arato della sua azienda, ha fatto vedere come si semina a mano. E poi tutti insieme giù per la collina dietro a lui per capire cosa fa un agricoltore e per annusare il profumo della terra bagnata dalla bruma autunnale. “Siamo orgogliosi di poter mostrare come funziona l’agricoltura biologica di qualità – ha detto Marinella Sebastianelli della Terra e il Cielo ai consumatori presenti, molti dei Gruppi di acquisto solidale –, per questo aderiamo dal 2013, come cooperativa, a questa iniziativa che permette di far capire, a chi va poi in negozio a comprare i nostri prodotti, come funziona la nostra filiera produttiva”. Una dimostrazione del biologico sano, ha sottolineato Luciano Valentini, che ha aperto le porte della sua azienda, “con cui vogliamo raccontare quello che facciamo, con onestà e chiarezza, da più di trent’anni su questo territorio in cui il biologico è sempre stato rispettoso di tutti i processi produttivi. Non si può pensare che la verità sia solo quella raccontata da alcune recenti inchieste televisive. Invitiamo chiunque volesse a venire a scoprire come si fa il bio qui da noi, in queste imprese che, da sempre, credono che la terra, che noi oggi coltiviamo, debba essere lasciata intatta alle generazioni che seguiranno”. Concetti condivisi da Silvana Bozzi di Natura Sì di Senigallia (An) che ha ricordato i numerosi appuntamenti promossi per far conoscere le aziende biologiche del territorio.

Nelle foto: la distribuzione dei semi; sul campo per la semina a mano

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it