SENIGALLIA / Approvata la nuova variante al Piano degli Arenili

SENIGALLIA / Approvata la nuova variante al Piano degli AreniliSENIGALLIA / Approvata la nuova variante al Piano degli Arenili

Al via la prima stagione con le strutture balneari in attività anche d’inverno

SENIGALLIA / Approvata la nuova variante al Piano degli Arenili SENIGALLIA / Approvata la nuova variante al Piano degli Arenili spiaggiainverno007xzxz

SENIGALLIA – Al via la prima stagione che consentirà agli operatori balneari di mantenere le strutture sull’arenile anche durante l’inverno. La giunta comunale, infatti, ha definitivamente approvato la variante al Piano degli Arenili, già adottata nella scorsa primavera, per introdurre misure volte a favorire la destagionalizzazione del turismo e a garantire la qualità architettonica delle attività balneari durante l’intero anno.

La variante è il risultato finale del percorso di concertazione che l’Amministrazione comunale ha posto in essere con le associazioni di categoria e che ha coinvolto nella definitiva approvazione la Regione Marche e la Soprintendenza per i Ben architettonici e paesaggistici delle Marche. Recepiti anche alcune delle osservazioni pervenute in questi mesi, tra le quali quelle avanzate da undici stabilimenti che, per mitigar la presenza di fenomeni erosivi, hanno richiesto di ampliare il fronte della concessione di massimo tre metri a parità di superficie concessionata. Analoga disposizione varrà per i rimessaggi, che potranno modificare nella stagione invernale l’area di sedime per salvaguardare le imbarcazioni dalle mareggiate.

I prìncipi guida del Piano sono: favorire un lungomare vivo e attrezzato anche in inverno, mantenere il decoro delle strutture e degli spazi, vietare di trasformare le aree in concessione in depositi, impedire il mascheramento delle strutture ed evitare la recinzione degli stabilimenti con nastri e transenne.

In questi giorni, gli uffici competenti stanno già diffondendo tra i vari operatori un apposito vademecum con le istruzioni per la corretta applicazione del Piano.

“Un provvedimento equilibrato – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – che coniuga la destagionalizzazione turistica dell’arenile, la giusta esigenza di valorizzare gli investimenti fatti dagli operatori per rendere la Spiaggia di Velluto sempre più competitiva, e la volontà di trasformare il lungomare sempre più in vetrina promozionale della nostra città. Va da sé che le prescrizioni introdotte dal Piano dovranno essere rispettate integralmente a partire dal decoro delle aree in concessione, che non potranno  assolutamente divenire zone di deposito di materiali, e della cura delle attrezzature”.

“Il Piano – aggiunge l’assessore alla Pianificazione urbanistica Maurizio Memè – non obbliga a mantenere le strutture, ma ne dà la possibilità. Gli operatori potranno scegliere liberamente anche di smontare tutte le attrezzature, oppure solo alcune. A tutti, però, sarà chiesto di tutelare l’arenile garantendo la qualità dell’architettonica delle strutture. A partire dalla seconda metà di novembre, infatti, saranno avviati i controlli per verificare che le disposizioni previste dal Piano siano applicate”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it