L’artista Antonio Volpone presentato da Enzo Carli

L’artista Antonio Volpone presentato da Enzo Carli 

Ha inaugurato la personale: Ibidem – Astrazioni necessarie, presso “Euroom – spazio arte” di Fiume Veneto (Pordenone), con la collaborazione dello Slow Food di Benevento

L’artista Antonio Volpone presentato da Enzo Carli L’artista Antonio Volpone presentato da Enzo CarliL’artista Antonio Volpone presentato da Enzo Carlidi MARIA SCARINZI

FIUME VENETO – E’ stata inaugurata la mostra fotografica Ibidem-Astrazioni necessarie dell’artista Antonio Volpone, presso la “EUROOM spazio arte” del noto artista Euro Rotelli di Fiume Veneto (Pordenone), un luogo nato per promuovere scambi culturali tra artisti.

La mostra sarà visitabile fino al 16 Luglio, due date di notevole importanza per quel Sannio agricolo che in Friuli Venezia Giulia sarà presente grazie agli scatti di un fotografo il cui percorso è partito nel 2010 e che ogni anno aggiunge sempre nuove tappe ad una mappa fatta di incontri e scambi artistici. Dal giorno di S. Giovanni, giorno in cui si da il via alla preparazione del nocino, alla Festa della Madonna del Carmine, giorno in cui si è soliti ringraziare la Madonna per le messi ottenute, il Sannio magico e quello agricolo si incontrano nella mostra di Antonio Volpone. Grazie, infatti, all’incontro con Slow Food Benevento, “Ibidem – Astrazioni necessarie” oltre a far conoscere alcuni luoghi mitici della nostra terra, promuoverà la valorizzazione di prodotti tipici: dal vino ai formaggi, dal pane ai salumi, tutto condito con un olio di ottima qualità.

Pietrelcina, Paduli, Apice, Torrecuso, Guardia Sanframondi, Benevento, Sessa Aurunca: questi i paesi delle astrazioni di Antonio Volpone, paesi che bloccati in un eterno presente stanno parlando della nostra Campania in gallerie d’arte, manifestazioni nazionali, centri di cultura. Una serie di scatti che raccontano di vino, terra, magia, storia; narrano quella cultura che si racchiude in quelle due date e nella loro valenza apotropaica.

L’inaugurazione sarà aperta dal commento critico di Enzo Carli, Sociologo, giornalista, teorico della fotografia e fotografo per “necessità intellettuale”, e animata dal video di Antonio Pizzicato  con testi di Sandro Pedicini e musiche del maestro Umberto Aucone, sax, e del maestro Alessandro Tedesco, trombone.

“Fiume Veneto per me non è un ulteriore arrivo ma, bensì, una nuova partenza” afferma Antonio Volpone e continua “una partenza che si apre al mondo del Made in Sannio. Siamo un popolo di artisti e la nostra arte è, innanzitutto, nel saper fare un cibo, per dirla alla Slow Food, buono – pulito – giusto. Parlare della nostra terra, dei nostri paesi, senza poter assaporare i nostri prodotti sarebbe come eliminare la luce dalla fotografia.” E conclude “Le date tra le quali è racchiusa la mia Mostra, così importanti per i nostri territori e per tutti quei territori di matrice agropastorale sono state una “magica” coincidenza, un po’ come dire: non è vero ma ci credo! Del resto le mie foto ritraggono le streghe, il vino, le rughe di chi ha dedicato la vita alla propria Terra con grosse rinunce ma anche grandi soddisfazioni”.

“Oltre all’immediato feeling  positivo e la simpatia a livello personale durante l’incontro lo scorso anno a Taranto nell’occasione del Festival della Fotografia in Puglia e la visione del video Ibidem, è nata a poco a poco l’idea di portare questo progetto qui, nel nord est, proprio per un incontro/confronto di culture” affermano i responsabili dello spazio Arte EUROOM e continuano “la cultura che porterà Antonio sarà non solo particolare come tema, ma ne abbraccerà varie forme: la fotografia, il video, la musica, il libro e l’enogastronomia. Sarà una serata all’insegna della curiosità, della scoperta, del confronto, delle emozioni dei sensi dove, a farci da guida, ci sarà l’autore accompagnato da Enzo Carli, critico di fotografia, che ha curato la prefazione del libro Ibidem (edito da Ideas Edizioni, ndr)” e chiude “sono persone come Antonio che alimentano la nostra voglia di proseguire in questo percorso”.

“Abbiamo accolto con molto piacere la proposta del nostro socio Antonio Volpone di affiancare alle sue sperimentazioni fotografiche le eccellenze del nostro Sannio” ha affermato Giancarlo De Luca, Fiduciario della Condotta Slow Food Benevento e ha continuato “portare i nostri prodotti fuori dai nostri confini promuovendo l’abbinamento con la fotografia è un ulteriore modo per far conoscere chi lavora in modo ‘Buono – Pulito – Giusto’ e dare un ulteriore impulso al turismo enogastronomico. A Fiume Veneto il nostro Sannio sarà rappresentato dal Pane del Forno Pennino (Comunità del Cibo dei grani antichi delle colline Beneventane),  Salsiccia Rossa di Castelpoto (Presidio Slow Food Salsiccia Rossa di Castelpoto), Olio EVO Frantoio Romano (Presidio Slow Food Olio extravergine italiano), Caciocavallo di Castelfranco in Miscano (Comunità del Cibo Produttori di caciocavallo di Castelfranco in Miscano), tutto accompagnato dai vini di Fontanavecchia (Guida Slow Wine)”.

Nelle foto: sopra due opere dell’artista; subito sotto, da sinistra, Antonio Volpone, Enzo Carli, Euro Rotelli

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: