Renzo Paci, non solo storico illustre, anche maestro di Politica

Renzo Paci, non solo storico illustre, anche maestro di Politica

Renzo Paci, non solo storico illustre, anche maestro di Politica

Lunedì, alle ore 17, presso la Biblioteca comunale Antonelliana di Senigallia si terrà un convegno storico in suo ricordo. Nell’occasione verrà presentato il volume, a cura di Carlo Vernelli, “Le Marche tra Medioevo e Contemporaneità”

Renzo Paci, non solo storico illustre, anche maestro di Politica Renzo Paci, non solo storico illustre, anche maestro di Politica

SENIGALLIA – Lunedì 16 maggio, alle ore 17,00 presso la Biblioteca Comunale Antonelliana di Senigallia si terrà un convegno storico in ricordo di Renzo Paci.

Nell’occasione verrà presentato il volume, a cura di Carlo Vernelli, “Le Marche tra Medioevo e Contemporaneità”, edito nei “Quaderni del Consiglio Regionale delle Marche”.

A distanza di cinque anni dalla ristampa del suo studio “L’ascesa della borghesia nella Legazione di Urbino dalle riforme alla restaurazione”, e dalla intitolazione, a suo nome, dell’archivio storico della Città di Senigallia, con questo convegno, viene doverosamente ricordata la figura e l’opera di Renzo Paci: uno dei protagonista della storiografia del secondo Novecento le cui ricerche hanno spaziato dalla storia dell’agricoltura e del nostro territorio, alle relazioni e all’economia dell’area adriatica, dalla fine del comune medioevale all’ascesa della borghesia, dalla conservazione dello Stato Pontificio agli approcci innovatori del riformismo illuministico, dalla cultura materiale della civiltà contadina e dei diseredati alla biografia di personaggi illustri.

“Noi de La Città Futura di Senigallia – si legge in un documento – vogliamo ricordare anche l’azione politica e civile di Renzo Paci. Incarcerato, ancora adolescente, per il suo impegno antifascista, Renzo Paci ha sempre caratterizzato la sua azione e le sue scelte in una visione laica e liberale dell’agire politico.

Da fiero avversario di ogni intolleranza e totalitarismo ideologico e religioso Renzo Paci si è generosamente impegnato, soprattutto con il Partito Radicale, per il riconoscimento dei dritti civili nel nostro Paese e affinché l’Italia diventasse finalmente un paese più democratico e moderno.

Da profondo conoscitore del territorio e della fragilità dei beni comuni Renzo Paci è stato precursore appassionato della salvaguardia della natura e della nascita dei movimenti ecologisti.

Dobbiamo molto alle sue battaglie in difesa dell’ambiente, contro la cementificazione, per la difesa del paesaggio e per la sostenibilità nella gestione sia della cosa pubblica che del territorio.

Renzo Paci, negli anni ottanta, è stato anche uno dei fondatori della Lista cittadina “Opposizione di Sinistra – In Piazza” e poi delle Liste Verdi, Consigliere Comunale e Assessore Provinciale. Ci riconosciamo nel rigore e nella serietà del suo agire politico e amministrativo.

Una parte importante de La Città Futura di Senigallia ha iniziato a fare politica sotto la sua guida e seguendo il suo esempio, anche per questo, per noi de La Città Futura, è importate ricordare la figura e l’opera di Renzo Paci. Grazie Renzo, te lo dobbiamo noi, te lo deve la tua Città”.

www.lacittafutura.info

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it