Nigeriano arrestato dai carabinieri

Nigeriano arrestato dai carabinieri

Bloccato a Marina di Montemarciano, dovrà scontare una pena residua di quasi sei mesi per un furto in un’abitazione

Nigeriano arrestato dai carabinieri

MONTEMARCIANO – I carabinieri della Stazione di Montemarciano hanno arrestato un trentasettenne, nigeriano, disoccupato.

L’uomo era ricercato da fine marzo in quanto colpito da un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzione della Procura della Repubblica di Ancona dovendo scontare la pena residua di 5 mesi e 27 giorni di reclusione in quanto condannato con sentenza definitiva per furto aggravato in abitazione.

Il nigeriano, residente ad Ancona, di fatto senza fissa dimora, è stato rintracciato ieri mattina, all’ora di pranzo, dalla pattuglia della Stazione di Montemarciano mentre si trovava alla fermata degli autobus in Via Roma a Marina di Montemarciano.

Il trentasettenne era stato arrestato a metà novembre scorso in Via Oliveto a Montemarciano, in quanto era stato sorpreso all’interno di un’abitazione al cui interno si era introdotto approfittando di una finestra a piano terra lasciata aperta. Quel giorno, vistosi scoperto, si era dato fuga uscendo dalla stessa finestra ma i Carabinieri, sulla base della descrizione fornita dalla proprietaria di casa, si erano messi subito sulle sue tracce bloccandolo dopo qualche minuto in una via adiacente. L’immediata perquisizione aveva consentito di recuperare in dosso al nigeriano una borsa contenente alcuni capi di abbigliamento sottratti nella predetta abitazione.

L’arrestato dopo le formalità di rito è stato associato alla casa circondariale di Ancona Montacuto per l’espiazione della pena.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it