Full immersion a Marotta sui finanziamenti europei

Full immersion a Marotta sui finanziamenti europei

Full immersion a Marotta sui finanziamenti europei

Ottimi riscontri per il confronto organizzato dal MoVimento 5 Stelle al termine di una giornata dedicata agli incontri con imprenditori e cittadinanza

Full immersion a Marotta sui finanziamenti europei Full immersion a Marotta sui finanziamenti europei Full immersion a Marotta sui finanziamenti europei

MAROTTA – Giornata interamente dedicata agli incontri con imprenditori e cittadinanza che il M5S Di Mondolfo Marotta ha organizzato con la EFD di Bruxelles sul tema: “Opportunità e finanziamenti dall’EU” con la partecipazione dell’eurodeputata Laura Agea, dell’esperto in fondi europei ed euro-progettazione Andrea Boffi e del consigliere regionale Piergiorgio Fabbri  accompagnati dal candidato sindaco Giovanni Berluti sempre più attivo negli appuntamenti sul territorio Mondolfese e Marottese.

Incontrate nel primo pomeriggio diverse aziende fra le quali la Protecno S.r.l. dove con il titolare, durante la visita nella fabbrica di Mondolfo, dopo aver vagliato le aspettative ed esigenze del settore, si sono individuati gli eventuali fondi europei a cui indirizzare l’attenzione.

Gli incontri individuali sono poi proseguiti  con interessanti indicazioni, in particolare per quanto riguarda il settore della ricerca e innovazione facendo leva, appunto, sui finanziamenti della Comunità Europea, con altri imprenditori fra i quali: Energie Nuove s.r.l., Azienda Agricola Marinelli, Steel Line di Tiziano Baioni, Cantina Barbetti società agricola s.a.s .

In serata, Giovanni Berluti ha aperto l’incontro pubblico con cittadini e imprenditori nel quale ha ribadito che per il M5S Mondolfo Marotta i finanziamenti europei costituiscono l’unica risorsa finanziaria possibile sia per l’Amministrazione che per le piccole medie imprese in quanto bisogna far fronte ad una crisi economica che è diventata ormai finanziaria; tra i punti principali del programma di governo del M5S Mondolfo Marotta c’è l’accesso ai finanziamenti europei, con l’obiettivo di porre fine ai danni provocati dalle alluvioni nella zona di Marotta attraverso la realizzazione di opere di ingegneria idraulica, di rafforzare le scogliere e affrontare le necessarie opere nel centro storico e la ristrutturazione del teatro a Mondolfo.  Obiettivi che, con le finanze correnti, difficilmente possono essere raggiunti se non in tempi lunghi e tali da non consentire un reale sviluppo del territorio non più procrastinabile e per il quale vengono richiesti, da più parti, interventi rapidi e definitivi. Nel corso di precedenti incontri, gli albergatori e i commercianti, tutt’altro che rassegnati, avevano ripetutamente  denunciato i problemi di un tessuto economico e territoriale che appare sempre più abbandonato a se stesso.

Chiaro anche l’intervento di Andrea Boffi – europrogettista: “Il bilancio dell’EU (2014-2020) è di 960miliardi di euro e l’Italia è il 4° contribuente ma diamo più di quanto riceviamo”. Sono stati poi descritte le molteplici opportunità legate ai Fondi diretti e Indiretti di cui possono beneficiare amministrazioni pubbliche e aziende private; sono quindi stati indicati alcuni siti dai quali attingere informazioni, tra i quali www.europafacile.net , oppure www.ted.europa.eu, oltre al sito istituzionale della Comunità europea che è ec.europa.eu.  Consultati inoltre, in collegamento diretto via internet alcuni appalti esemplificativi, il tutto finalizzato alla esemplificazione e concretezza di quanto esposto.

Apprezzato in precedenza l’intervento del consigliere regionale Piergiorgio Fabbri che fra l’altro ha sottolineato la presa d’atto dei vari piani approvati dall’amministrazione regionale precedente relativamente al Documento strategico di 1100mln di Euro della Regione Marche 2014-2020  , ma con un nulla, o poco di fatto, per quanto concerne l’effettiva realizzazione. “Nonostante la cospicua parte di risorse a disposizione – ha rimarcato il Fabbri – non è mai stata ampiamente diffusa l’ informazione, così abbiamo perso le occasioni di sviluppare attività con la creazione di posti di lavoro in un momento in cui la crisi sta generando un numero di poveri davvero consistente, tra i quali anche in condizioni di povertà assoluta. Quindi noi siamo qui e siamo la dimostrazione di come il M5S cerchi di creare un collegamento tra tutti i livelli comunale, regionale, nazionale ed europeo, riuscendo a realizzare interventi”.

Laura Agea, portavoce al Parlamento europeo eletta nella circoscrizione Italia centrale, ha concluso la serata ricordato il senso della sua presenza alla serata “Quando siamo arrivati noi del M5S a Bruxelles avevamo molti obiettivi, prima di tutto aprire le porte di quei palazzi ai cittadini. L’Istituzione del Parlamento europeo che doveva rappresentare la volontà e l’espressione dei cittadini europei, in realtà appariva come un’entità completamente scollegata dall’Italia.   Ci siamo resi conto però che arrivavano una serie di decisioni e ingerenze che per anni non erano mai state filtrate.  Probabilmente, chi ci ha preceduto non ha avuto la capacità o volontà di mantenere un collegamento con le persone, con chi fa girare l’economia in maniera concreta.   Quindi dato che tantissime decisioni che vengono prese a Bruxelles ricadono direttamente sulle nostre vite, per noi è fondamentale  venire periodicamente e sistematicamente nei territori a fare informazione sulle opportunità che vengono offerte, dato che l’Italia, nonostante sia il quarto contribuente a livello europeo, fino ad ora ha beneficiato solo marginalmente delle possibilità offerte”. (Lorenzo Riccialdelli – Candidato consigliere M5S Mondolfo Marotta)

 

 

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it