Tempo di promo immediate: come fare attenzione alle condizioni

Tempo di promo immediate: come fare attenzione alle condizioni

Con l’arrivo di settembre, è tempo di offerte, che, tra occasioni di fine stagione e nuovi assortimenti, fioccano dal web e nei negozi fisici in ogni tipo di comparto: abbigliamento, elettronica, alimentare, ma anche viaggi, telefonia, intrattenimento digitale.

Qualche esempio? L’attesissima promo di sconti al 20% “Amazon Warehouse”, i palinsesti delle piattaforme streaming (il 15 del mese debutterà Paramount +, gratis per i clienti Sky), e ancora last minute di viaggio, sconti su notebook per il “Back to School”, e così via.

La tendenza degli acquirenti è quella di cogliere al volo i vantaggi entro la scadenza delle promo limitate, e spesso si agisce d’impulso – specialmente da mobile e via app, attratti da banner d’effetto ma poco dettagliati nelle spiegazioni.

Ecco, dunque, per evitare sorprese inattese, l’importanza di spendere un minuto in più nella lettura dei Termini di Acquisto e/o di Servizio, ovvero di tutte quelle condizioni che disciplinano i rapporti tra venditore/fornitore del servizio e cliente/utente finale.

La normativa sulla Tutela del Consumatore (art. 49 del Codice del Consumo) prevede che questo documento, come anche la privacy policy, debba essere necessariamente fornito dall’azienda al cliente, in forma di contratto con valore ed effetti legali.

I punti salienti di un documento di Termini e Condizioni

Ecco, quindi, una panoramica degli aspetti più importanti da considerare prima di cliccare sulla conferma di acquisto/adesione al servizio, corredata da qualche esempio.

Condizione delle condizioni è la specifica dei dati identificativi dell’azienda (sede legale, ragione sociale, recapiti fisici) valida per tutti i comparti e settori.

Il contratto deve contenere inoltre le caratteristiche del prodotto o servizio in promo, con eventuali limitazioni. Ad esempio, se il bene in offerta è un televisore, quali sono i modelli/colori/accessori inclusi, se invece si parla di un viaggio/una cena al ristorante, se sono compresi extra (come le bevande), tasse di soggiorno, e così via.                 Questo vale anche nel campo dei servizi di intrattenimento, nell’ambito di quelli che sono chiamati Termini d’Uso. In questo caso, ad esempio, una piattaforma di streaming on demand dovrà indicare i canali e i contenuti eventualmente esclusi dal pacchetto in promo, mentre un operatore di gioco a distanza se un bonus casino senza deposito – ovvero un credito virtuale che non richiede l’apertura del conto – è limitato soltanto ad alcuni titoli del palinsesto. Nel caso di un videogioco da provare gratis a tempo, la condizione da includere è la durata del periodo di prova, e la presenza o meno di vincoli di acquisto successivo.

La scadenza e la durata dell’offerta sono un terzo elemento da valutare con attenzione. Nel caso di un prodotto di generi alimentari/food/cosmetica/farmaceutica, la data di scadenza corrisponde anche a quella del bene stesso, mentre quella più generica riguarda il tempo limite entro il quale la promozione può essere riscattata.

La durata è invece una specifica applicabile più che altro al mondo dei servizi (come, ad esempio, la classica durata di un pacchetto-promo con giga e fibra illimitata o minuti gratis, in ambito telefonia fissa e/o mobile, etc.)

Le varianti del prezzo

La variante imprescindibile da considerare, però, è quella del prezzo finale, che merita un approfondimento a parte in quanto chiama in causa altri fattori importanti.

Il prezzo finale dell’offerta deve essere sempre ben indicato, e specificare se sono vi sono incluse o meno i costi per le spese di spedizione, eventuali tasse per consegne o soggiorni (ad esempio all’estero, nel caso delle vacanze), costi aggiuntivi alla consegna (è il caso del classico contrassegno), commissioni applicate dai sistemi di pagamento accettati, presenza o meno di costi di reso per i prodotti o di rinnovi automatici alla scadenza delle varie tipologie di servizi, eventualmente da disdire in anticipo.

Poiché si parla di promozioni, inoltre, sul prezzo finale potrebbe incidere la possibilità di poter cumulare o meno l’offerta con altri vantaggi attivi, ad esempio se si ha la carta fedeltà di un supermercato o di uno store, oppure se si è iscritti a un programma cashback.

Tutti questi fattori richiedono un piccolo investimento di tempo, a fronte però di alcune garanzie verso acquisti sicuri, convenienti e, in definitiva, soddisfacenti.

(Foto di Artem Beliaikin on Unsplash)

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: