Sergio Ruggieri (Rifondazione) invita a riportare al suo posto la targa dedicata a Libero Leonardi

Sergio Ruggieri (Rifondazione) invita a riportare al suo posto la targa dedicata a Libero Leonardi

JESI – Pubblichiamo una lettera aperta di Sergio Ruggieri (Rifondazione comunista) per far riportare la targa dedicata a Libero Leonardi nella ex Sezione del P.C.I.

“Cari Luca Lisei (autore del libro Nascita di una democrazia) e Filippo Bartolucci, (consigliere comunale) questi giorni essendo la ricorrenza di Libero Leonardi abbiamo avuto occasione di scriverci e di scambiare opinioni. Credo – scrive Sergio Ruggieri – che questa possa diventare un’occasione per la nostra città per rimettere insieme un pezzo della sua storia.

“Come ho avuto modo di dirvi, sono vissuto per molti anni nel rione San Pietro, in particolare per dare la mia attività nella locale sezione del P.C.I. – Libero Leonardi.

“Siete accorti e quindi ricorderete che, nel 1989, fu fatta la scelta di sciogliere quel partito. Non voglio qui riaprire un dibattito, una discussione degna di ben altri contributi.

“Mi rivolgo invece a due giovani attenti alla operazione che va sotto il nome di revisionismo storico.

“Certamente di piani e luoghi per esercitarsi su questo tema ce ne sono a bizzeffe data l’acredine con cui i “revisionisti” si accaniscono contro la storia del nostro Paese, dalla Resistenza, alla Costituzione, alle lotte del movimento operaio, sino ai giorni nostri.

“Per me sarebbe motivo di soddisfazione, oggi che la giunta di destra non governa più la città, se la nuova giunta mandasse un segnale anche da questo punto di vista.

“Per tanti anni la locale Sezione P.C.I. Libero Leonardi ha avuto una targa di marmo che la segnalava, poi improvvisamente scomparve.
Voi che avete occasione, attraverso le fonti istituzionali di fare una ricerca, sarebbe bello se vi attivaste, ammesso che condividiate questa richiesta, affinché la targa ritorni al suo posto, per ricordare alle giovani generazioni chi ha dato la vita per riconsegnarci liberta e democrazia.

“Sicuro della vostra considerazione – conclude Sergio Ruggieri -, Vi rivolgo un abbraccio fraterno ed antifascista”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: