“Quanta acqua sprecata a Jesi”, la denuncia di Rifondazione comunista

“Quanta acqua sprecata a Jesi”, la denuncia di Rifondazione comunista

JESI– Dal partito della Rifondazione comunista riceviamo: “Scorrere le immagini del nostro fiume su vari social e vedere il fiume Esino ridotto ad un rivolo, straziano il cuore di chi al fiume ha passato l’infanzia, ci ha fatto lunghi bagni, ci ha imparato a nuotare ed a tuffarsi.

“Lo stato di calamità, le campagne inaridite, le coltivazioni a rischio, sono la scena che sconvolge la realtà e l’immaginario di tanti che non avevano coscienza della crisi   climatica in atto, dello stato avanzato del ritiro dei ghiacciai, pensare che il Po si puo’ attraversare a piedi, non apparteneva a nessuna fantasia possibile.

“Quando poi dal Carlo Urbani, capita di scendere verso il centro città ci si incrocia con tante macchine cariche di taniche, pronte a fare il pieno alla fontana di M.L. King.

“Sono molti anni che questo spreco va avanti, ettolitri di acqua buttati via in continuazione, senza nessun utilizzo, nessuna segnalazione che indichi se potabile o meno?

“Senza aver sentito mai da nessun partito o associazione una proposta per l’utilizzo di tanta copiosa acqua, di come regolamentarne se possibile la fuoriuscita, o l’utilizzo per irrigare campi o orti, o al limite berla, data l’elevata quantità di calcio contenuta nell’acqua che fuoriesce dai nostri rubinetti.

“Avere acqua da una fonte naturale, se potabile, sarebbe anche un argomento in più contro tutte quelle forze,  sono tante, che ancora in barba ai due referendum vinti dal popolo italiano, pensano di trarre profitto da un bene comune.

“La campagna elettorale appena finita, non ha visto, da parte delle forze politiche in campo porre minimamente, attenzione a questo stato di cose.

“Oggi, dato l’aggravarsi della situazione, se ci sono forze politiche, sensibili a tali problematiche, dentro e fuori dal Comune, sarebbe opportuno facciano sentire la loro voce.

“Noi PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA, POTERE AL POPOLO, DEMA, GRUPPO PARLAMENTARE MANIFESTA, intendiamo a partire da una interrogazione parlamentare, che si apra un’indagine su quale condizioni di salubrità è tenuta una fonte pubblica a cui tanti e tante si rivolgono.

“Per noi è finito il tempo dell’apparire, ma deve iniziare il tempo dell’essere, iniziamo dall’acqua, dalla fonte di M.L. King di Jesi”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: