Avviati a Chiaravalle i lavori nel quartiere di via Sacco e Vanzetti

Avviati a Chiaravalle i lavori nel quartiere di via Sacco e Vanzetti

CHIARAVALLE – Hanno preso avvio i lavori di riqualificazione dei percorsi pedo-ciclabili cittadini, grazie ad una linea di finanziamento proposta dalla Regione Marche nel 2020, che prevede investimenti per la mobilità sostenibile realizzata in forma condivisa tra più Comuni.

In graduatoria, il gruppo di Chiaravalle (capofila), Monte San Vito e Montemarciano, si è posizionato al primo posto.

I lavori di questi giorni stanno interessando l’area di via Sacco e Vanzetti – continueranno poi nella zona di via Pasolini, parco del Guardengo e lungo la S.P. 76 – in cui è prevista anche la realizzazione di un nuovo ponte pedo-ciclabile di collegamento con l’area ospedaliera, il rifacimento del manto stradale e dei marciapiedi e il rinnovo dei lampioni con luci Led.

“Siccome tra gli obiettivi del bando vi è la connessione di più sistemi di mobilità – si legge in un documento di Chiaravalle Domani -, da quella pedo-ciclabile a quella del trasporto pubblico locale su gomma e su ferro, il progetto ha previsto diversi collegamenti: con una fermata degli autobus lungo la S.P. 76 e con la stazione dei treni passando per il parco del Guardengo, via Gobetti e via Circonvallazione.

“In aggiunta i tre Comuni hanno ipotizzato alcune intersezioni tra i loro percorsi ciclabili: nella zona di via Pasolini (collegamento con Monte San Vito) e l’utilizzo del tracciato della ciclo-via adriatica in zona cimitero (collegamento con Montemarciano).

“Dunque stiamo parlando di un progetto che supera i meri confini comunali e che si pone l’obiettivo di costituire un più vasto sistema di mobilità sostenibile, basato su un insieme di interventi infrastrutturali finalmente pensati – conclude Chiaravalle Domani – ad una scala urbana adeguata che è, e non può essere altrimenti, quella intercomunale”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: