A San Marcello la prima residenza nelle Marche per la cura dei disturbi alimentari

A San Marcello la prima residenza nelle Marche per la cura dei disturbi alimentari

L’assessore regionale Filippo Saltamartini: “Andiamo a colmare una lacuna importante, queste patologie si sono aggravate con la pandemia”

SAN MARCELLO – Anche le Marche hanno la loro prima struttura residenziale per minori e adulti con disturbi del comportamento alimentare (DCA): si tratta della Residenza “Villa Oasi” a San Marcello in provincia di Ancona. La sua presentazione è stata l’occasione per discutere con esperti ed enti del Terzo Settore di “Disturbi del comportamento alimentare: affrontare una epidemia sociale. Percorsi e strategie per garantire cure adeguate ed efficaci per le persone e le famiglie”.

“Nelle Marche fino ad ora ci sono state persone costrette a curarsi fuori- ha detto l’Assessore alla Sanità Filippo Saltamartini nel suo intervento – e noi siamo intenzionati ad invertire questa tendenza offrendo più servizi sul nostro territorio. Questi disturbi colpiscono poi soprattutto persone molto giovani e di conseguenza tutte le loro famiglie, e si sono aggravati moltissimo in epoca covid. Dai dati che abbiamo sono 17 le persone ricoverate in strutture extra-regionali e 14 quelle in attesa di ricovero. Questa struttura può già dare una risposta importante alle nostre necessità”.

La Residenza, che si trova nell’ex Convento dei Frati di Montelatiere, può ospitare fino a 20 persone con spazi comuni per le varie attività o il relax, sale da pranzo, cucina e tisaneria, studi medici, palestra e spazi per le riunioni familiari, ambulatori medici e fisioterapici. L’ edificio è composto da tre piani con camere doppie per i pazienti, con servizi comuni ed interni e un ampio giardino. Vi lavorano medici, nutrizionisti, psichiatri, psicologi, psicoterapeuti, dietisti, educatori, assistenti sociali, infermieri, fisioterapisti, infermieri e O.S.S adottando un approccio integrato nutrizionale e psicologico. Accoglie persone dai 14 anni in su con disturbi del comportamento alimentare e difficoltà emotive e relazionali, è accreditata con il Servizio Sanitario Regionale.

La Residenza è gestita da un consorzio di Cooperative : VIVICARE Cooperativa sociale,  Cooperativa H Muta, Cooperativa Progeil e Tadamon Onlus. Per accedere è necessario effettuare una prima visita prenotando telefonicamente allo 0731 267596 o inviando una mail all’indirizzo info@villaoasisanmarcello.it.

Nelle Marche esiste una rete per i DCA che consiste di tre ambulatori territoriali pubblici, presso i Dipartimenti di salute Mentale di Pesaro, di Jesi e di Fermo, con professionisti dedicati che si fanno carico di oltre 600 persone affette da disturbi alimentari e delle loro famiglie:

  N° persone prese in carico
AV1 – Pesaro 137 di cui 43 minori
AV2 – Jesi 227
AV4 – Fermo 259
Tot. 623

Oltre tre milioni di persone in Italia soffrono di disturbi alimentari: anoressia nervosa, la bulimia e il disturbo da alimentazione incontrollata (Binge Eating Disorder). Si manifestano prevalentemente in età adolescenziale, tra i 15 e i 19 anni, ma l’età di esordio tende ad abbassarsi sempre di più e più velocemente.

Durante i primi 6 mesi di pandemia, nel 2020, i casi di persone con disturbi alimentari sono aumentati di circa il 40% e chi ne soffriva si è aggravato. Delle 108 strutture accreditate in Italia (101 del SSN e 7 del privato accreditato) solo 18 si trovano in Centro Italia.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: