Amazon, Mangialardi: “Situazione compromessa dall’immobilismo della Giunta Acquaroli”

Amazon, Mangialardi: “Situazione compromessa dall’immobilismo della Giunta Acquaroli”

“Ma non ci sono alternative al sito di Jesi. Ora unità di intenti per non far sfumare un’occasione di sviluppo imperdibile per la Vallesina e l’intera regione”

ANCONA – “Siamo fortemente preoccupati, perché i segnali che ci arrivano fanno pensare che l’hub logistico di Amazon stia sfumando. Tuttavia da parte nostra c’è la massima disponibilità a costruire una cabina di regia con tutti gli attori politici e sociali affinché il progetto, nonostante i tanti errori commessi dalla giunta regionale, possa essere salvato e realizzato nell’unico sito possibile che è quello di Jesi. Anche perché, se qualcuno non l’avesse capito, è bene chiarire che le alternative al nostro Interporto non sono di ordine regionale, ma nazionale o internazionale”.

A dirlo è il capogruppo regionale del Partito Democratico Maurizio Mangialardi.

“Lo abbiamo fatto nei mesi scorsi, lanciando al presidente Acquaroli l’allarme sui rischi derivanti dalla dilatazione dei tempi della negoziazione – aggiunge Mangialardi – e continueremo a farlo nei prossimi giorni e nelle prossime settimane. Siamo infatti convinti che di fronte a un’opportunità così importante per rilanciare l’occupazione e l’economia del territorio, tutti – istituzioni, partiti, imprese, sindacati e associazioni di categoria – hanno il dovere di pensare le Marche come un sistema integrato, rifuggendo da estemporanei e inutili localismi. Il momento è cruciale e purtroppo mi sembra che la giunta Acquaroli, resasi conto dei danni creati dal suo immobilismo, stia cercando di recuperare con un’azione caotica e confusionaria che rischia di peggiorare ulteriormente la situazione. Ciò che serve ora, invece, è freddezza, capacità di visione e soprattutto unità di intenti per tentare di superare immediatamente gli intoppi burocratici, colpevolmente trascurati fino a oggi, e riaprire immediatamente la trattativa con Scannel e Amazon al fine di non far sfumare un’imperdibile occasione di sviluppo per Jesi, la Vallesina e le Marche”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: