A Fano Piazza Marcolini cambia veste per tutelare i lecci esistenti

A Fano Piazza Marcolini cambia veste per tutelare i lecci esistenti

 FANO – “Attraverso la riqualificazione di Piazza Marcolini, renderemo questo spazio piacevole per gli occhi e bello da vivere insieme”. L’assessora al Decoro Urbano Barbara Brunori annuncia importanti novità sula riconversione progettuale di questo salotto del centro storico.

Brunori parte dall’annuncio dell’esito della “verifica all’apparato radicale dei lecci presenti. Dei 9 presenti 8 hanno dimostrato un apparato vitale in buone condizioni. Tre di questi sono giovani e verranno posizionati in un’altra porzione della città. Ad uno purtroppo è stata rilevata una strozzatura sul collo che lo rende pericoloso in quanto è a rischio caduta. Inoltre, durante questa ispezione, è stata rinvenuta una cisterna moderna di notevoli dimensioni per la raccolta delle acque non collegata a nessuna fognatura. Questa scoperta ci ha imposto di rivedere la visione architettonica che è stata declinata in base a questi nuovi vincoli”.

Nella sua argomentazione, Brunori illustra che “il nuovo progetto prevede nuove aiuole di dimensioni irregolari, così da permettere di salvare l’apparato radicale dei lecci presenti. Abbiamo aggiunto tre isole verdi che denoteranno l’elemento green con una pavimentazione composta da blocchi di arenaria, un materiale tipico del nostro territorio e strategico per il contesto del centro storico. Annuncio che la fontana, rispetto all’ipotesi iniziale, verrà collocata in una posizione centrale della stessa piazza, poiché la presenza della cisterna ci impone di scongiurare sovraccarichi strutturali nel medesimo punto. Affinché la socializzazione sia una prerogativa delle funzioni di Piazza Marcolini, installeremo numerose panchine, insieme a spazi di pavimentazione ampi e organici.

Questa inclinazione ci permette di sostenere e valorizzare questo nuovo spazio, capace di ospitare iniziative culturali e ricreative. Dal punto di vista estetico, abbiamo previsto un’illuminazione suggestiva che laverà la facciata dell’ex istituto Apolloni, oltre all’installazione di punti luce sotto le sedute e intorno alle aiuole. Questo elemento progettuale consentirà di enfatizzare la bellezza del nuovo volto di questa Piazza. Aggiungo che saranno abbattute tutte le barriere architettoniche affinché questo luogo sia, nell’interezza della sua prerogativa, veramente accessibile a tutti in una dimensione di accoglienza e fruizione.
Ci tengo a ringraziare l’architetto Elena De Vita che ha continuato a lavorare e contribuire insieme al nostro ufficio tecnico alla riqualificazione di Piazza Marcolini che sarà un luogo bello, nuovamente fruibile e distintivo della città”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: