L’Associazione culturale Bastione Sangallo lascia la gestione del monumento fanese

L’Associazione culturale Bastione Sangallo lascia la gestione del monumento fanese

 FANO – L’Associazione culturale Bastione Sangallo, attualmente supportata da 21 soci volontari, si è occupata della gestione del monumento Bastione Sangallo di Fano a partire dall’agosto 2015. L’esperienza associativa di volontariato si è sviluppata nell’arco di 7 anni di gestione, in cui l’associazione ha operato per la valorizzazione del monumento fanese, mettendolo a disposizione dell’intera comunità e proponendo un’articolata offerta culturale ricca di eventi musicali, spettacoli dal vivo, laboratori di danza e teatro, presentazioni di libri, mostre e installazioni artistiche, corsi di yoga, viet tai chi e meditazione, festival e rassegne culturali.

L’associazione ha realizzato e svolto le sue attività grazie al supporto e alla collaborazione con tante realtà associative, culturali e istituzionali, fra le quali: Assessorato alla Cultura, ai Beni Culturali e allo Sport del Comune di Fano, Sistema Bibliotecario Fanese, MEMO – Mediateca Montanari, Archivio Biblioteca Enrico Travaglini, Re-Public, Circolo Arci Artigiana, ANPI-Sezione di Fano “Leda Antinori”, Spazio Ortica, Periferica, Rembò, K-artone, Aras Edizioni, Fano Rocca, Nuance, Fab-Lab Musica e Tecnologia, Radio Bobina, Officina Amaranta, Fano Jazz Network, Fano Fellini, Camposaz, Znort Squad, Cantina Mochi, L’Africa Chiama, Adagio, Casa Sponge, AMACI, Circo el Grito, MAF, Cantina Terracruda, Birrificio del Catria, Yoga Sangha, Qi Gong Fano, Agenzia di Plastica, Animavì, Rrose Sélavy, Sonatine Produzioni, Teatro Linguaggi, Inscatolarci, Letteraria, Merry le Marche, Passaggi Festival, Radio Coop, Cartoonsea, Rembò, Ville e Castella, Musica dell’Anima, Attimatti, Positive Vibrations Crew, Indietiamo, BOF – Burattini Opera Festival, Coward Records, Coypu Records, Adriatic Bowl.

Gli ultimi due anni, complice soprattutto la pandemia Covid-19, sono stati particolarmente difficili e intensi per la gestione del Bastione Sangallo; con la ripartenza delle attività a seguito del lockdown molti dei soci volontari si sono dovuti riorganizzare nei rispettivi ambiti occupazionali e lavorativi e si sono giustamente trovati nella condizione di non poter rimandare scelte personali e occasioni che la pandemia aveva costretto ad uno standby. Ad oggi, purtroppo, l’Associazione non riesce più a contare sul prezioso e indispensabile aiuto dei suoi soci volontari che, per motivazioni personali, non sono più in condizione di mettere a disposizione il tempo e le forze necessarie per garantire l’adeguata gestione del monumento.

L’Associazione, a seguito di due incontri con l’Ufficio Cultura e con il Sindaco del Comune di Fano, ha comunicato la disdetta della concessione di gestione e manutenzione ordinaria del bene monumentale. Il Bastione sarà affidato per la stagione 2022 all’associazione seconda classificata, come previsto da bando. Grazie a tutti per l’importante percorso fatto insieme in questi anni.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: