A Jesi raccolta di firme contro l’aumento delle bollette e dell’età pensionabile

A Jesi raccolta di firme contro l’aumento delle bollette e dell’età pensionabile

JESI – Il Partito della Rifondazione Comunista circolo di Jesi dal 21 al 25 febbraio, dalle ore 18 alle ore 20, presso la sede di Via g-acqua 3 (caserma finanza) sarà a disposizione dei cittadini che vogliono protestare contro l’aumento delle bollette di gas e luce. “Il nostro partito – si legge in una nota – con una campagna nazionale, in essere in tutto il Paese, vuole dare voce a quanti non condividono le scelte del Governo anche in materia di età pensionabile.

“L’aumento dei prezzi che ha toccato a gennaio il 4,8% trainato dall’aumento delle bollette di luce e gas colpisce duramente soprattutto lavoratori dipendenti e autonomi, i ceti popolari in generale, già allo stremo a causa della crisi e di salari e pensioni tra i più bassi d’Europa.

“Ci sono 5 milioni di lavoratrici e lavoratori che hanno stipendi mensili sotto i mille euro e centinaia di migliaia di partite iva hanno dovuto cessare l’ attività. Nel nostro martoriato paese ben il 27% della popolazione è a rischio povertà. La situazione per le famiglie a basso reddito è molto più grave di come viene dipinta dalle statistiche per la concomitanza di due fattori. Il primo è che tanto più basso è il reddito, tanto più assorbente diventa la quota di salario destinata all’acquisto dei beni di prima necessità e a pagare le bollette, arrivando in molti casi ad assorbirlo tutto.

“In secondo luogo perché sono proprio questi beni di sussistenza ad aver subito insieme alle bollette aumenti esorbitanti. Altro che 4,8%! Generi di base indispensabili come l’olio, la verdura e la pasta sono aumentati secondo l’Istat fino a due tre volte il tasso d’inflazione!”

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: