Sisal diventa di proprietà dell’irlandese Flutter

Sisal diventa di proprietà dell’irlandese Flutter

Sisal, noto marchio italiano di gaming, è stato ufficialmente acquisito da Flutter Entertainment, colosso irlandese del settore, già proprietario di brand celebri del calibro di Betfair e PokerStars. Accordo raggiunto e da perfezionare entro il secondo trimestre dell’anno, sulla base di un controvalore di 1,913 miliardi di euro.

Un’operazione che proietta il popolare marchio al di fuori dei confini italici, assumendo una dimensione internazionale. Un cambiamento che interessa da vicino anche tutti i giocatori del Belpaese che si aspettano bonus sisal e promozioni ancora più accattivanti, alla stregua di quanto già visto per PokerStars e Betfair – due piattaforme online che tanto piacciono agli appassionati.

L’azienda Sisal attualmente ha in organico 2500 unità e la maggior parte dei suoi proventi deriva dal mercato italiano. L’offerta online è stata registrata in forte crescita nel 2021 e si attendono ulteriori novità al riguardo una volta che l’operazione sarà definita. Tra i suoi prodotti di punta, le scommesse sul calcio e sull’ippica, per una proposta cresciuta nel tempo, abbracciando anche altri settori, dalle lotterie ai giochi di casinò.

Flutter Entertainment plc è un leader globale nei mercati regolamentati dei giochi, nata in seguito alla fusione tra Betfair e Paddy Power, a cui poi si è aggiunto il brand “The Stars Group”, autentico punto di riferimento nel poker online, sempre più proiettato verso casinò online e scommesse. Lo scorso novembre ha acquisito “Tombola”, società britannica leader nel bingo. Negli Stati Uniti gestisce invece il marchio “FanDuel”, punto di riferimento nel comparto dei Fantasy Sports.

L’obiettivo del gruppo irlandese è accrescere il fatturato di Sisal nel nostro paese, invogliando nuovi giocatori a registrarsi sulla piattaforma mediante iniziative promozionali particolarmente convenienti. A ciò bisogna aggiungere l’ampliamento della proposta di gioco, con l’arrivo di nuovi titoli in esclusiva per il mercato italiano.

Soddisfazione per l’accordo è stata espressa dal CEO di Sisal, Francesco Durante, evidenziando che la società potrà beneficiare dell’esperienza internazionale del gruppo irlandese nel settore del gaming, per puntare ad offrire un palinsesto sempre più completo. L’obiettivo è rafforzare la leadership nei mercati in cui opera e collaborare attivamente con partner di caratura internazionale.

Non ci sarà nessun problema per gli account dei giocatori italiani, continueranno ad accedere con le stesse credenziali (username e password) già in loro possesso, sia da pc che sui migliori smartphone Android e iOS. Si prospetta inoltre un miglioramento della qualità dei software, l’introduzione di nuovi servizi e altre novità che saranno rese note dopo il closing che, come anticipato, è previsto probabilmente prima della prossima estate.

(Photo by SpicyTruffel su bigstockphoto.com)

 

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: