Gara nazionale femminile molto partecipata alla Bocciofila Metaurense

Gara nazionale femminile molto partecipata alla Bocciofila Metaurense

Weekend negativo per le tre squadre marchigiane che disputano il campionato di serie A di bocce. Tutte e tre sono uscite sconfitte nella quinta giornata in programma sabato scorso.

Il Fontespina ha ceduto 7-1 in riva al lago Maggiore ai piemontesi del Possaccio. Unico set dei civitanovesi messo in carniere dalla coppia Dari-Sabbatini. Nulla da fare in tutte le altre specialità in cui i padroni di casa, molto più a proprio agio su campi dallo scorrimento molto diverso da quello di altre parti d’Italia, l’hanno fatta da padroni, Il Fontespina resta dunque a 9 punti in graduatoria nel gruppo delle quinte.

Più pesante la classifica dell’altra squadra cittadina, la Civitanovese, ancora a zero punti dopo cinque giornate. I rossoblu hanno ceduto stavolta 5-3 a Codogno in un match che metteva di fronte due neopromosse in cerca di punti salvezza. I lombardi l’hanno spuntata non senza fatica di fronte a una coriacea Civitanovese che avrebbe forse meritato di più. Da segnalare, in particolare, la bella prestazione della coppia Sabbatini-Torresi, capace di conquistare entrambi i set contro i propri avversari codognesi.

Molto atteso era il confronto che vedeva l’Oikos Fossombrone ospitare i veronesi del Vigasio-Villafranca. Ad alimentare la curiosità il ritorno a Fossombrone da avversari di Andrea Cappellacci e Marco Principi, protagonisti lo scorso anno della cavalcata dell’Oikos verso i playoff, passati poi in sede di mercato alla formazione veneta. La legge dell’ex non ha dato scampo neanche stavolta con il Vigasio-Villafranca che si è imposto per 6-2, proprio grazie alle ottime prestazioni di Cappellacci, prima nell’individuale e poi in coppia con Principi. L’Oikos rimane così bloccato a 6 punti con due vittorie e tre sconfitte nelle partite sin qui giocate.

In campo sabato anche la seconda giornata della serie A2 con risultati alterni per le sei squadre marchigiane impegnate.

Nel girone centronord 1 sorride la Pamperduto Montesanto che domina per 8-0 il derby regionale contro il Vallefoglia. Nello stesso raggruppamento pareggio per 4-4 della Cofer Metal Marche Castelfidardo in romagna contro il Montegridolfo e sconfitta per 6-2 per il Serra de’Conti a Verona contro la Jolly Frinzi.

Nel girone centronord 2 lunghe trasferte in Sardegna per il Lucrezia e la Sangiustese. I metaurensi sono stati battuti 5-3 a Sassari, mentre i sangiustesi, per ottimizzare l’aspetto logistico della trasferta evitando due trasferimenti aerei nell’isola, hanno disputato due match pareggiando 4-4 sabato a Soleminis, per poi trasferirsi domenica a Sassari dove sono stati sconfitti 5-3 nell’anticipo della terza giornata.

1° TROFEO METAURENSE IN ROSA A CALCINELLI (Nazionale individuale femminile cat. AB e individuale femminile cat. D)

CALCINELLI DI COLLI AL METAURO  – Gara nazionale femminile molto partecipata e di grande livello domenica 13 febbraio alla Bocciofila Metaurense di Calcinelli, presieduta da Tonino Tonelli.

Si trattava della prima edizione del Trofeo Metaurense in Rosa che, agli ordini del direttore di gara Roberto Rotatori, ha visto sfidarsi 76 giocatrici nella competizione per atlete di categorie AB e 13 giocatrici nella gara delle categorie D, ovvero le neo tesserate, al primo anno di attività agonistica. Rappresentate ben nove regioni.

Nella categoria principale il successo è finito nelle mani della giovane e fortissima Kety Crescenzi (Salaria Monteprandone), ormai, più che una semplice promessa, una certezza delle bocce nazionali.

La ragazza della Salaria, dopo aver superato il girone di qualificazione, ha compiuto due capolavori. Prima nei quarti di finale, quando ha battuto con un clamoroso 12-1 la campionessa d’Europa Chiara Morano (Osteria Grande Bologna), poi nella semifinale in cui ha avuto la meglio 12-7 su Jessica Gelosi (Lucrezia), ovvero la numero uno delle classifiche nazionali nel 2021. La Gelosi, campionessa originaria di Potenza Picena, recentemente trasferitasi nella squadra della provincia di Pesaro, si è così dovuta accontentare del terzo posto. In finale, poi, la Crescenzi ha avuto la meglio 12-9 sull’umbra Annunziata Gattaponi (Città di Bastia), molto brava ad arrivare al match decisivo provenendo dalla parte del tabellone che raccoglieva le giocatrici di categoria B. La Gattaponi aveva sconfitto in semifinale 12-10 Catia Buoncompagni (Oikos Fossombrone) che è dunque la quarta classificata della gara.

Nella competizione per le giocatrici di categoria D dominio della Bocciofila Tolentino che ha piazzato due proprie atlete in finale. Nella sfida “fratricida” successo di Lucia Pistacchi che ha sconfitto 12-6 la compagna di società Adelaide Tarquini.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: