Olio di Cbd e sport: utilizzi, rischi e benefici

Olio di Cbd e sport: utilizzi, rischi e benefici

Sei uno sportivo e stai pensando di assumere dell’olio di Cbd per ridurre le infiammazioni articolari, ma temi di correre qualche rischio?

Il Cbd è una sostanza estratta dalla cannabis sativa, come il THC, per questo potresti temere di avere a che fare con uno stupefacente. In realtà, il cannabidiolo non causa allucinazioni e non altera lo stato di coscienza. Al contrario, come dimostrato da molti studi e ricerche, può apportare numerosi benefici all’organismo. Per questo motivo il suo utilizzo, come puoi scoprire visitando questo link, è legale in tutta l’Unione Europea.

In questo articolo cercheremo di capire quali sono i benefici apportati dall’olio CBD in ambito sportivo e quali gli eventuali rischi.

Cos’è il cannabidiolo

Il cannabidiolo, comunemente noto con la sigla CBD, è una molecola estratta dalla cannabis sativa legale, ossia dalla canapa contenente un quantitativo di THC inferiore allo 0,2%.

Il CBD, interagendo con alcuni recettori presenti nel nostro organismo, aiuta a combattere l’ansia e lo stress, a regolarizzare il ciclo sonno-veglia e persino a ridurre le infiammazioni e le sensazioni dolorose.

A differenza del THC, il CBD non causa stati alterati di coscienza o allucinazioni, e non provoca dipendenza. Per questi motivi non può essere considerato uno stupefacente e il suo consumo in Italia, nonostante non esistano leggi specifiche a riguardo, è ritenuto legale.

Azione del cannabidiolo

Il CBD è stato oggetto, insieme al THC, di numerosi studi e ricerche che ne hanno dimostrato l’efficacia in vari ambiti di utilizzo.

Nel 2019 l’OMS ha chiesto l’eliminazione del cannabidiolo dalla lista delle sostanze ritenute dannose e ne ha consigliato l’utilizzo per fini terapeutici.

Ma come agisce esattamente questa sostanza?

Estratto da foglie e fiori della canapa light, interagisce con i recettori del sistema endocannabinoide presenti nel nostro organismo e, più nel dettagli, situati nel sistema nervoso, nel sistema digerente, nel cervello, nella pelle e in altre zone.

Il CBD, secondo numerosi studi, agisce positivamente anche sui recettori responsabili della produzione di serotonina e su altri responsabili della percezione delle sensazioni dolorose.

Grazie a queste interazioni il cannabidiolo, assunto secondo le dosi consigliate, aiuta a superare l’ansia e lo stress; a ritrovare il buon umore; a regolarizzare il sonno. Persino, è in grado di diminuire gli stati infiammatori, le sensazioni dolorose e i problemi legati alla digestione.

Olio di Cbd e sport: cosa dice la legge sul doping

Una delle prime domande che si pone uno sportivo che desidera assumere CBD è se questa sostanza sia vietata per uso sportivo oppure no.

A partire dal 2004 la World Anti-doping Agency, ossia l’Agenzia Mondiale Anti-doping, aveva incluso tra le sostanze proibite la cannabis sativa. L’inclusione era dovuta principalmente alla presenza di delta-9-tetraidrocannabinolo, ossia di THC, sostanza nota per i suoi effetti psicotropi e allucinogeni. Il divieto includeva anche la CBD, nonostante questa non abbia alcun effetto psicotropo.

Solo a partire dal 2019, grazie all’intervento della OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il cannabidiolo è stato rimosso dall’elenco delle sostanze vietate nello sport.

Di fatto il CBD non è una sostanza dopante, dunque oggi può essere consumata liberamente anche dagli sportivi e non presenta controindicazioni.

Olio di Cbd: effetti benefici in ambito sportivo

Chi pratica sport a livello amatoria o agonistico sa bene che, nonostante l’attività fisica sia fondamentale per il benessere di tutto l’organismo, le infiammazioni e i dolori sono molto comuni.

Per ridurli, soprattutto chi pratica sport a livello agonistico, deve fare attenzione al tipo di sostanze che assume. Il CBD come abbiamo visto può essere assunto liberamente.

Le sue proprietà analgesiche, antiossidanti e antinfiammatorie sono state dimostrate da numerosi studi, dunque chi fa sport può beneficiare di questi effetti senza limiti o controindicazioni. L’assunzione di olio di CBD può diminuire la sensazione dolorosa, nonché favorire il recupero fisico e muscolare. In più, utilizzando l’olio sarà possibile continuare ad allenarsi anche in presenza di lievi sintomi infiammatori, in quanto la sostanza agirà efficacemente attenuando il disagio.

Il CBD riduce anche gli stati di ansia e stress, i quali possono compromettere le prestazioni sportive o rendere più lento e difficoltoso il recupero in caso di infortuni. In più, favorendo il riposo, aiuta a recuperare le energie più rapidamente.

Dove acquistare e come assumere l’olio di Cbd

Se hai deciso di acquistare dell’olio di Cbd per lo sport, rivolgiti a rivenditori specializzati e affidabili come JustBob, ecommerce online che permette di acquistare prodotti di qualità. In alternativa potrai trovare l’olio di cannabidiolo presso i negozi fisici presenti nella tua città.

Per quanto riguarda l’assunzione, ti basteranno poche gocce sotto la lingua per ottenere subito tantissimi benefici.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: