Il Movimento Urbino Città Ideale soddisfatto per ciò che è stato realizzato

Il Movimento Urbino Città Ideale soddisfatto per ciò che è stato realizzato

URBINO – Il Movimento Urbino Città Ideale tira le somme di fine anno e di metà legislatura, illustrando un lungo elenco di successi, di attestati e di esortazioni a fare di più e meglio.

All’incontro con la stampa, nel rispetto del protocollo di prevenzione Covid, in rappresentanza del direttivo del Movimento erano presenti la presidente Maria Sperindei, Ilaria Pagliarini storica co-fondatrice, Giulia Volponi e Lino Mechelli.

Maria Sperindei e Ilaria Pagliarini hanno evidenziato il ruolo di supporto all’attività amministrativa esercitata dal Movimento attraverso i propri rappresentanti. Hanno ricordato l’intuizione del Movimento nel presentarsi con una propria lista per porre argine alla deriva dei veleni e dei personalismi esasperati.

Il Movimento è unito, pur nelle differenze, ed è uscito sempre con la sintesi unitaria.

Giulia Volponi, amministratrice eccellente a cui vengono riconosciuti qualità professionali e politiche, ha esordito sottolineando meriti significativi. Ha accennato agli ottimi risultati organizzativi e strutturali della Società di cui è presidente, sottolineando il merito al lavoro di squadra con tutto il Cda.

Tutti i rappresentanti del Movimento nelle Istituzioni e negli Enti godono della fiducia e rispondono lealmente agli indirizzi dell’Amministrazione e del Sindaco.

“Per Dna – è stato detto -, siamo rispettosi di tutte le forze politiche con cui ci confrontiamo apertamente e lealmente e rifiutando come scelta le polemiche inutili”.

Lino Mechelli,  intervenendo nel corso della conferenza esalta i buoni risultati, insieme  alla necessità di alzare ulteriormente l’asticella  della qualità politica a amministrativa, essere motrice e non rimorchio.

“Abbiamo tappezzato la città  con manifesti – continua Mechelli -, dove esprimiamo  fiducia e sostegno con un concetto chiaro: con il Sindaco Maurizio Gambini, ogni giorno impegnati a fare cose buone e utili per la Città. Per questo ripartiamo con fiducia.

Di fronte alla lunga lista di progetti da realizzare, ai vagoni di risorse del Pnrr che potremmo intercettare attraverso una valida progettazione, abbiamo bisogno di adeguare la struttura comunale, con efficienza e lotta alla burocrazia. Vogliamo meno foto e più fatti. Meno annunci e più opere.

Il Movimento come un “mantra” insiste, Università e Città è un tutt’uno. L’Università chiama la Città, la Città chiama l’Università, tanto sono legati i propri destini. Auspichiamo un confronto di tutti i soggetti interessati alla ventilata  riforma dell’Erdis, tra Regione, Università, Enti locali, studenti e sindacati. Parlare di Erdis, significa parlare di patrimonio collettivo con storia e sacrifici da tener presenti.

Non è mancato un avviso ai naviganti. “Noi del Movimento – è stato detto – non puntiamo solamente ad essere rieletti, lavoriamo per meritarci la prossima vittoria insieme ad una coalizione che vogliamo condividere”.

Il consigliere Mechelli ha poi esaltato la forza del Movimento: “Abbiamo la percezione molto vicina alla realtà, di godere  di un consenso popolare consolidato al 10%. Una forza, la nostra, che intendiamo mettere a servizio per il futuro, insieme a quanti ci riserveranno rispetto e adeguata considerazione”.

Alla domanda dei giornalisti sul candidato sindaco della prossima legislatura e la coalizione, una risposta secca: “è tempo di lavorare per meritarci voce in capitolo”.

La conferenza si è una chiusa con una dichiarazione comune dei partecipanti: “Ci siamo per lavorare, il Sindaco è il nostro garante, non chiediamo posti,  chiediamo ascolto e considerazioni sui problemi e sulle soluzioni”

Il Movimento Urbino Città Ideale augura un 2022 di speranza, serenità e liberi dalla pandemia.

Nella foto (di Andrea Fraternale): Pagliarini, Sperindei, Mechelli, Volponi

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: