Preoccupazione a Cagli per la chiusura dell’ambulatorio di Cardiologia

Preoccupazione a Cagli per la chiusura dell’ambulatorio di Cardiologia

La decisione resa nota questa mattina. Polemica presa di posizione della sezione locale dell’Udc. La struttura nell’ex ospedale Angelo Celli

CAGLI – “Siamo seriamente preoccupati dalla notizia avuta questa mattina della chiusura dell’ambulatorio di Cardiologia presso l’ex ospedale Angelo Celli, comunicata dal primario del servizio”. Inizia così un intervento dell’Udc di Cagli.

“Il provvedimento per ora è stato preso fino al 31 dicembre 2021 ma questo lascia comunque un altro grosso vuoto nella sanità del territorio che è già fortemente penalizzato non solo dalla chiusura dell’Angelo Celli, ma ha anche da altre varie carenze nella presenza di ambulatori previsti dalle normative ma mai attivati o non più attivi ormai da molto tempo.

“La sezione Udc di Cagli – si legge sempre nel documento – si è subito attivata sensibilizzando gli amministratori comunali ed il capogruppo Udc in Consiglio regionale e presidente del Consiglio Dino Latini per seguire la problematica e sollecitare un soluzione che possa far riattivare il servizio nel più breve tempo possibile.

“La Regione Marche ha già destinato nelle passate settimane ingenti fondi per lavori riguardanti la struttura del Celli, auspichiamo che poi questa venga dotata di servizi ospedalieri utili a tutta la popolazione dell’Unione Montana – conclude l’Udc – ed a limitare la mobilità passiva”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: