Venerdì a Cantiano si parte con la rassegna MarcheStorie

Venerdì a Cantiano si parte con la rassegna MarcheStorie

CANTIANO – La prima edizione di MArCHESTORIE Racconti & tradizioni dai borghi in festa, un progetto della Regione Marche in collaborazione con AMAT e Fondazione Marche Cultura  coinvolge, fino al 19 settembre,   tutto il territorio marchigiano, dal mare alle montagne: antichi abitati arroccati, fortezze medievali, città meravigliose e chiese dal fascino misterioso. Un festival itinerante per scoprire luoghi, tradizioni, cibi, vicende millenarie e storie dei borghi delle Marche e rincorrere emozioni tra spettacolo e divertimento.

MArCHESTORIE coinvolge ben 56 Comuni delle cinque province marchigiane e nelle tre settimane di programmazione vede i piccoli centri del cratere sismico e della dorsale appenninica, così come quelli della costa, animarsi dal giovedì alla domenica. Tra il tardo pomeriggio e la tarda serata l’offerta avrà per protagonista uno spettacolo che racconterà vicende ed episodi della tradizione del borgo. Ma ci saranno anche chiese e palazzi da visitare, ristoranti, musei da conoscere e vivere. Intere comunità si dischiuderanno come uno scrigno di tesori, per permettere a tutti di attingere a piene mani a valori, saperi, bellezze arricchite da un contenuto speciale: quello della storia che sarà messa in scena.

Il Festival dedicato ai borghi sarà in grado di offrire forme diverse di intrattenimento attraverso visite guidate, mostre, esposizioni, dimostrazioni, ricostruzioni in costume, degustazioni e offerte di prodotti tipici, tanto in ambito enogastronomico quanto in quello artigianale, assieme all’insostituibile tradizione immateriale del racconto, vero cuore della manifestazione.

Il programma cantianese

Venerdì 3 settembre 2021

RESIDENZA COMUNALE – ore 17:30

Presentazione della spettacolo ambientato nel cuore medievale della cittadina di Cantiano per rievocare l’assedio di Fortebraccio da Montone con il cast di giovani attori professionisti e con lo sceneggiatore.

A seguire,

Presentazione del libro “Il CASTELLO DI CANTIANO” di Giovanni Scatena, a cura della Prof.ssa Natalia Grilli.

Dalle ore 19:00,

Aperitivo, degustazione e cena presso i locali.

Sabato 4 settembre 2021

Ore 18:00 – 20:00 – 22:00 : “MALEDICTO ARNESE DE GUERRA”

Spettacolo  itinerante in 3 repliche

ambientato nel cuore medievale della cittadina di Cantiano per rievocare l’assedio di Fortebraccio da Montone

Il personaggio centrale

Nel 1417, Andrea Fortebraccio detto Braccio da Montone, condottiero e capitano di ventura, desideroso di estendere il suo potere sino al Mare Adriatico, mosse contro i territori del Montefeltro e si spinse verso Urbino. La sua avanzata si bloccò presto il Castello di Cantiano che, sbarrando la Via Flaminia, divenne il quartiere generale dell’esercito del Montefeltro. Dopo un lungo assedio, dovette arrendersi dichiarando l’antico castello di Cantiano: “Maledicto arnese de guerra”.

La proposta artistica

Il racconto dell’assedio del 1417 e, su un altro piano di narrazione, il racconto delle vicende di un altro assedio dello stesso Castello,avvenuto nel XIV sec., conteso tra Gubbio e Urbino. La battaglia fu vinta grazie al coraggio di Madonna Filippa che instancabilmente incitava il popolo e le truppe a resistere.

La proposta è di narrare questi fatti in tono di commedia, con un linguaggio medievale contaminato da elementi linguistici contemporanei per coinvolgere maggiormente gli spettatori.

L’ambientazione

Le vie medievali di Cantiano  regalano una giusta ambientazione allo spettacolo negli stessi luoghi dei due assedi. Accampamento militare, botteghe medievali, realizzati con la collaborazione dell’Associazione LA PANDOLFACCIA di Fano, contribuiranno a completare il quadro medievale del nucleo storico della cittadina.

Come partecipare

Facebook Cantiano Marchestorie – Facebook Cantiano Turismo

Domenica 5 settembre 2021

Ore 8:30 – Piazza Luceoli : Ritrovo per escursione guidata gratuita alla RISERVA NATURALE GENERALE ORIENTATA BOSCO DI TECCHIE:  “Il cammino di San Silvestro”

Una proposta dell’Associazione NATURALIS MOTUS di Cantiano – info WApp 345 5862220

Facebook Emozioni Naturali

L’origine di S. Silvestro di Tecchie è molto antica, perdendosi agli albori dell’anno mille. La dedicazione al Santo trova spiegazione nell’influenza della chiesa romana. Silvestro, infatti, fu papa dal 314 al 335 e resse la chiesa sotto l’impero di Costantino. D’accordo con lui, convocò il primo concilio ecumenico nel 325 contro l’eresia di Ario che travagliava la chiesa orientale. La troviamo menzionata nelle bolle papali del 1140, 1188 e 1210 dirette agli abati del monastero di S. Pietro di Massa per confermarli nei loro diritti (…)

Abbandonata ed incustodita, con il progressivo spopolamento di quelle zone ha subìto l’azione rovinosa del tempo ed oggi se ne scorgono appena i ruderi.

Fonte: CANTIANO TRA FEDE E STORIA – F. Panfili – M. Tanfulli (2000)

Dalle 15:30 – Piazza Luceoli e centro storico:

Animazione del centro storico con spettacoli di falconeria, figuranti, tamburi e sbandieratori.

Ore 17:30 – Piazza Luceoli

Visita guidata dei luoghi del “grande assedio” a cura della Prof.ssa Natalia Grilli

Partenza: Palazzo comunale

Per 3 giorni, gli operatori della ristorazione

cureranno la parte gastronomica proponendo dei menù a tema per celebrare le figure rievocate nello spettacolo.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: