Il Pd: “Gli episodi di violenza a Marotta erano prevedibili”

Il Pd: “Gli episodi di violenza a Marotta erano prevedibili”

“Era in programma un evento noto da tempo, che avrebbe richiamato molte persone”. “I giovani hanno il sacrosanto diritto di divertirsi nel rispetto delle regole, ma spetta a chi amministra un territorio adottare i giusti provvedimenti per gestire e far si che tutto si svolga in sicurezza”. “Comprendiamo che siamo in campagna elettorale e che Barbieri non si vuole esporre, ma fare il sindaco significa operare delle scelte, a volte impopolari, ma bisogna decidere e adottare tutti i provvedimenti necessari per garantire la sicurezza nel territorio”

di SAMUELE MANCINI*

MONDOLFO – Come Partito democratico Mondolfo-Marotta abbiamo subito condannato i fatti gravissimi purtroppo successi sabato mattina fuori dai recinti della discoteca Miu di Marotta.

Alla vicinanza espressa alle forze dell’ordine intervenute, che sempre più spesso sono chiamate con grande impegno ad arginare episodi simili, con pochi mezzi e personale, si deve però affiancare una risposta efficace da parte della politica, altrimenti si finisce nei soliti discorsi poco concreti, che pochi giorni dopo, se li porta via il vento.

Già da tempo, molti cittadini hanno più volte espresso malcontento davanti ad una situazione che vede Marotta, soprattutto in questa stagione estiva, essere presa d’assalto, come altre città costiere, da gruppi di giovani che manifestano spesso il loro disagio con comportamenti aggressivi e spesso fuori dalle regole e controllo.

Ci rattrista molto constatare che l’episodio del Miu purtroppo era prevedibile. Innanzitutto perché era un evento noto da tempo, che avrebbe richiamato molti giovani, secondo perché ci sono molti video in diretta sui vari social che dimostrano l’afflusso di gente all’interno del locale.

Ora non spetta a noi giudicare, ma oltre al probabile mancato rispetto delle norme anti-covid, queste situazioni sono delle bombe ad orologeria per la sicurezza dei presenti, è come se dopo la tragedia del 2018 di Corinaldo non avessimo imparato nulla o si facesse sempre finta di nulla senza che chi deve, si prenda mai la ben che minima responsabilità per gestire le situazioni.

I giovani hanno il sacrosanto diritto di divertirsi nel rispetto delle regole, ma spetta a chi amministra un territorio adottare i giusti provvedimenti per gestire e far si che tutto si svolga in sicurezza e magari cercando di prevenire prima che possano nascere situazioni di rischio e degrado.

L’assemblea legislativa delle Marche ha istituito giusto lo scorso 3 agosto la giornata regionale per il diritto al divertimento in sicurezza, come Pd di Mondolfo-Marotta ci chiediamo come l’Amministrazione comunale di Mondolfo e il governo regionale intendano assicurare questo diritto. Ricordiamo che il Sindaco, quale ufficiale di Governo, risponde in prima persona della sicurezza della propria comunità e soprattutto, per legge, é lui che adotta i provvedimenti anche contingibili e urgenti per PREVENIRE ed ELIMINARE gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana, provvedimenti che permettono di gestire e mettere in sicurezza, appunto, situazioni del genere.

Comprendiamo che siamo in campagna elettorale e che Barbieri non si vuole esporre, ma fare il sindaco significa operare delle scelte, a volte impopolari, ma bisogna decidere e adottare tutti i provvedimenti necessari per garantire la sicurezza nel territorio.

Per chi amministra un territorio, non basta condannare i fatti e invocare più pattuglie, che sicuramente sono necessarie, ma in una situazione come quella occorsa é invece necessario agire preventivamente e prendersi le proprie responsabilità senza accampare scuse per giustificare di non aver fatto nulla prima che accadessero situazioni come queste.

La legge mette a disposizione di un Sindaco provvedimenti che permettono con ordinanze di limitare l’utilizzo del vetro, limitare e regolare gli orari degli eventi, chiudere (se necessario) strade temporaneamente e/o modificare la viabilità urbana, per consentire maggior sicurezza e prevenire o quanto meno limitare le probabilità che succedano disordini e gravi fatti.

Infine due parole su Fratelli d’Italia Mondolfo-Marotta che parla di “certa sinistra” che giudica inconsistenti le richieste di sicurezza, rispondiamo che al governo locale e regionale non c’è il centro sinistra, è inutile nascondersi dietro ad un dito e trovare scuse, è l’attuale amministrazione con diverse figure notoriamente vicine a FdI, che deve trovare soluzioni concrete a problemi complessi.

Non vogliamo fare sterili polemiche, né alimentare un clima di tensione in una comunità già provata da tanti problemi, siamo quindi a disposizione per trovare soluzioni e per dare risposte concrete che affrontino il problema del disagio dei giovani da più punti di vista, senza ipocrisie.

*Segretario del Partito democratico Mondolfo-Marotta

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: