Sabato nell’anfiteatro di Sassonia torna la boxe con tre matches tra professionisti

Sabato nell’anfiteatro di Sassonia torna la boxe con tre matches tra professionisti

di GABRIELE FRADEANI

FANO – Sabato, 31 luglio, nell’anfiteatro di Sassonia con inizio alle ore 20, per l’organizzazione della Miami coadiuvata dal Boxing Club Castelfidardo e dalla Nike di Fermo, si svolgerà una mista di pugilato con ben tre matches fra professionisti. Il main event sarà incardinato sulla esibizione di Charlemagne Metonyekpon che, dopo la conquista del “Trofeo delle Cinture” a Civitavecchia contro Mauro Loli, si presenta per il suo ottavo match da imbattuto al suo pubblico. Suo avversario, sulla distanza delle sei riprese, sarà l’albanese Kristi Zeka accreditato di un ottimo temperamento. Importante comunque al di la del verdetto, che non dovrebbe sfuggire al pugile marchigiano, sarà vedere con che autorevolezza riuscirà a batterlo posto che Kristi non è mai andato al tappeto. Un test che sotto questo punto di vista appare probante e che soprattutto avvicinerà il record di “Charly” ai fatidici dieci combattimenti che per regolamento federale abilitano alla sfida al campione italiano della categoria. Il pugile di Castelfidardo ha sicuramente le capacità per ambire al titolo che speriamo possa essere organizzato quanto prima qui nelle Marche. E’ imperativo quindi per il nostro pugile non solo non subire battute di arresto ma dimostrare ad ogni esibizione la sua valenza.

Gli farà da spalla il match fra i massimi leggeri Aleksander Ramo vs Michael Ryba. Rammentiamo che il primo, di origine greca, ma italiano, residente a Recanati ed amministrato dalla Boxing Club Castelfidardo è imbattuto in sei combattimenti di cui quattro vinti prima del limite. E’ un atleta molto forte che stenta a trovare avversari per la sostanza che imprime ai suoi colpi ed alla sua boxe fantasiosa. Con lui sul ring il Ko è sempre a portata di mano e ciò rende ancora più interessanti le sue esibizioni. Avrà di fronte il ceco Micael Ryba,  anche lui in possesso di pugni pesanti che ha conseguito 6 vittorie di cui 5 per ko e quattro sconfitte senza mai andare al tappeto. Uno scontro, è il caso di dirlo, fra atleti entrambi decisi a non terminare il match nei tempi regolamentari, previsti in sei riprese.

Il match di apertura dei professionisti , in quattro riprese, vedrà due pesi massimi stranieri a confronto: Jiri Svacina, ceco di Osmek, e Tommy Welch, inglese di Brighton. Il primo  ha una grossissima esperienza, professionista dal 2004 con ben  61 combattimenti disputati mentre il secondo è un giovane con appena tre combattimenti peraltro  vinti tutti prima del limite. Anche in questo caso propendiamo per una soluzione anzitempo che potrebbe favorire il più giovane anche se l’esperienza del ceco non va sottovalutata .

Ovviamente per scaldare l’ambiente si sta preparando un contorno dilettantistico che, stante la caratura della riunione, non potrà che essere di ottimo livello. Prevista  la presenza di Maski della Audax contro Said della Pug. Kaflot, Bulemi e Laci della Miami opposti ad Elisei  e Marchionni della B.C. Castelfidardo.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: