La band Trem Azul protagonista sabato nella rassegna di Chiaravalle che racconta la bellezza della diversità

La band Trem Azul protagonista sabato nella rassegna di Chiaravalle che racconta la bellezza della diversità

CHIARAVALLE – Sabato 10 luglio, alle ore 21, nell’arena dietro l’Abbazia di Chiaravalle la rassegna culturale “Se c’è una strada sotto il mare” ospiterà un evento speciale, organizzato dal Comune di Chiaravalle in collaborazione con l’associazione Spaziomusica, che proprio in questi giorni sta proponendo nel capoluogo marchigiano la ricchissima edizione 2021 dell’Ancona Jazz Summer Festival. Si tratta del concerto “Doce presença” dei Trem Azul: band formata da Alessia Martegiani (voce), Fabrizio Mandolini (sax), Massimiliano Coclite (tastiere) e Bruno Marcozzi (batteria).

Sebbene i testi siano in portoghese e le sonorità quelle della bossa nova e del jazz tropicale, i Trem Azul sono una formazione abruzzese, composta da musicisti di Montorio al Vomano che da ragazzini, invece di ritrovarsi in garage a strimpellare le canzoni dei Led Zeppelin o dei Metallica, facevano cover di Caetano Veloso. Dal loro “matrimonio” artistico, che dura ormai da più di 20 anni, sono nati tre album: l’omonimo “Trem Azul”, “Amigdala” e “Não sei sambar”. Ispirandosi ai grandi compositori come Milton Nascimento e Ivan Lins, Tom Jobim e i tropicalisti, i “trenini azzurri” si sono esibiti sui palcoscenici di tutta Italia e anche all’estero, partecipando a festival prestigiosi tra i quali quello di jazz a Berlino e il Gray Cat in Toscana; e vantano collaborazioni importanti con Stefano “Cocco” Cantini, Fabrizio Bosso, Fabrizio Mandolini, Luca Bulgarelli e Roberto Taufic.

Per Francesco Favi (assessore alla cultura di Chiaravalle) e Giancarlo Di Napoli (Spaziomusica – Ancona Jazz), “non sorprende che ad impreziosire un ciclo dedicato alla bellezza della diversità, del dialogo e delle contaminazioni sia la più meticcia delle musiche, quella brasiliana, che nell’interpretazione dei Trem Azul si manifesta in tutta la sua raffinatezza. Ciò rende questa band una delle realtà più interessanti della scena ‘carioca’ italiana, che a Chiaravalle abbiamo già ascoltato e applaudito due anni fa nella prima edizione della rassegna di musica verde-oro ‘Saudade do Brasil’”.

Ingresso gratuito e contingentato secondo le vigenti norme anti Covid-19 fino ad esaurimento posti con prenotazione consigliata – a partire da 10 giorni prima di ogni data – ai seguenti recapiti: 071.7451020 – 339.4304324 – teatro_valle@libero.it (dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00).

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: