Auto e moto ad alta velocità nel Pesarese, mano pesante della Polizia stradale

Auto e moto ad alta velocità nel Pesarese, mano pesante della Polizia stradale

Intensificati i controlli anche ai valichi di Bocca Trabaria e Bocca Serriola. In una settimana elevate 337 contravvenzioni per eccesso dei limiti di velocità, decurtati 1008 punti e ritirate 5 patenti per guida in stato di ebbrezza

PESARO – La Polizia Stradale di Pesaro per tutto il periodo estivo – oltre ai consueti controlli che si svolgeranno in via prioritaria lungo l’A/14, la SS73 Bis e la SS16 – ha pianificato mirati controlli sulle strade che conducono ai valichi di Bocca Trabaria e Bocca Serriola.

Dallo scorso fine settimana, infatti,  la Polizia Stradale di Pesaro,  concentrando l’impiego delle unità operative distaccate di    Urbino e  Cagli e con il contributo del Commissariato di P.S. di Urbino, ha intensificato i controlli e la presenza anche sulle due strade statali che conducono ai passi di Bocca Trabaria (SS73 Bis) e Bocca Serriola (SS257 ‘Apecchiese ‘).                          

I  controlli, finalizzati a contrastare l’eccessiva velocità soprattutto dei motociclisti – spesso rilevata come causa di incidentalità –  mediante l’utilizzo del Telelaser e dell’Autovelox, sono stati organizzati senza tralasciare il contrasto  al correlato fenomeno della guida in stato di ebbrezza o in stato di alterazione psico-fisica.

Complessivamente nella decorsa settimana sono state elevate ben 337 contravvenzioni per eccesso dei limiti di velocità, decurtati 1008 punti, ritirate 5 patenti per guida in stato di ebbrezza.  Proprio a seguito di quest’ultima attività, durante la notte di venerdì (9 luglio), una pattuglia del Distaccamento Polstrada di Urbino ha denunciato all’Autorità giudiziaria due uomini di 21 e 27 anni, ritirando ad entrambi la patente di guida. In particolare, il 27enne, pesarese,  dopo essersi rifiutato di sottoporsi all’accertamento del tasso alcolemico, è stato denunciato in stato di libertà anche per resistenza a Pubblico Ufficiale. L’uomo, infatti per cercare di eludere l’accertamento, dopo aver spintonato uno dei componenti la pattuglia, strappata di mano la patente di guida, provava a  dileguarsi dandosi a repentina fuga.  Veniva rintracciato dopo qualche ora e sanzionato anche per quest’ultimo comportamento che ha ulteriormente aggravato la sua posizione.

Il controllo della velocità e la guida in stato di ebbrezza rappresentano obiettivi strategici della Polizia Stradale. Per tutto il periodo estivo continueranno ad essere effettuati  costanti e coordinati controlli su tutto il territorio provinciale  con apparecchiature  speciali di rilevamento in dotazione esclusiva  e mirati servizi di contrasto al fenomeno della guida in stato di ebbrezza e in stato di alterazione psico fisica, in particolar modo  nel fine settimana.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: