Servizi Educativi, a Fano boom di iscrizioni negli asili nido

Servizi Educativi, a Fano boom di iscrizioni negli asili nido

A settembre apre una nuova sezione di raccordo a Bellocchi

FANO – Le iscrizioni per l’anno scolastico 2021/22 ai servizi comunali 03 anni (nido, sezioni di raccordo, centro gioco) hanno registrato un vero boom: 278 a fronte delle 209 del 2020/21. Complessivamente la percentuale delle iscrizioni rispetto alla platea dei potenziali iscrivendi passa da una media del 21-22%, registrata stabilmente da un decennio, al 30,5% per l’a.s. 2021/22.

“Calano le nascite ma aumentano le iscrizioni al nido, un cambio di tendenza importante che giustifica dopo quasi vent’anni una nuova fase espansiva dei servizi comunali 03 anni – dichiara l’Assessore ai Servizi Educativi, Samuele Mascarin – La formazione e l’aggiornamento permanenti delle educatrici, il prolungamento orario, la qualità dei servizi educativi e di refezione, il prolungamento dell’orario pomeridiano e infine la recentissima riduzione delle tariffe del 50% per il secondo figlio e del 70% dal terzo figlio spiegano in buona parte questa inversione di tendenza che vede i servizi pubblici nuovamente protagonisti”.

L’aumento delle iscrizioni comporta per l’a.s. 2021/22 una lista d’attesa più significativa (116 bambini a fronte degli 80 del 2020/21) e il Comune di Fano prova da subito a dare delle risposte concrete per aumentare la propria capacità di risposta.

“Già da settembre 2021 apriremo una nuova sezione di raccordo a Bellocchi, mentre abbiamo inserito nella programmazione delle opere pubbliche del prossimo triennio un nuovo polo dell’infanzia con due sezioni di nido a Cuccurano. Questa estate invece si svolgeranno i concorsi per le nuove graduatorie per educatrici di nido e insegnanti di infanzia, alle quali attingere per nuove assunzioni – prosegue l’Assessore Mascarin – All’aumentare della richiesta di servizi pubblici 03 la risposta dell’Amministrazione comunale è aumentare e potenziare in numero e in qualità quei servizi, la prova più tangibile di cosa voglia dire essere la città delle bambine e dei bambini”.

Nella foto: l’assessore Mascarin insieme, da destra, a Teresa Giovannoni e Anna Di Palma dei Servizi Educativi

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: