Una mozione in Regione per difendere risparmiatori e azionisti di Banca Marche

Una mozione in Regione per difendere risparmiatori e azionisti di Banca Marche

ANCONA – Presentata in Consiglio regionale dal consigliere Dino Latini, capogruppo UdC Popolari Marche come primo firmatario e dal consigliere della Lega Andrea Maria Antonini una mozione per iniziative a difesa dei risparmiatori e azionisti di Banca Marche e per la promozione di una banca del territorio.

“La mozione impegna la Giunta regionale – afferma Latini – affinché intervenga presso il Governo nazionale per aggiornare la valutazione politica ed economica della vicenda di Banca delle Marche alla luce della sentenza della Corte di Giustizia Europea in merito all’analoga vicenda Tercas, per favorire i ristori per i risparmiatori e sollecitare il Governo ad una più doverosa e mirata attenzione al nostro territorio”.

La mozione, inoltre, prevederebbe un parziale ristoro anche nei confronti delle fondazioni bancarie marchigiane, socie di riferimento dell’istituto di Banca delle Marche, che hanno subito, a causa della liquidazione coatta amministrativa dell’istituto di credito in questione, una enorme perdita finanziaria.

“Tale intervento – prosegue il capogruppo UdC – consentirebbe alle fondazioni di ritornare ed effettuare le erogazioni liberali, oggi totalmente sospese, a sostegno delle attività di welfare e di promozione culturale a favore di enti, istituzioni e associazioni marchigiane”.

Sarebbe anche opportuno, secondo il partito dell’UdC sia a livello regionale che nazionale, valutare l’introduzione all’interno della legislazione statale di alcune norme che consentano, come in altri paesi europei, la creazione di banche del territorio anche a partecipazione pubblica delle regioni, dei comuni e di altre istituzioni o enti con finalità economiche e sociali.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: