Il Bronzetto del Catria diventa Premio Alma

Il Bronzetto del Catria diventa Premio Alma

Domenica prende il via dal Castello della Porta di Frontone la seconda stagione di attività. Il Premio Alma al Maestro Bela Tarr

FRONTONE – Prende il via dal Castello della Porta di Frontone la seconda stagione di attività di ALMA – Associazione Libera Marchigiana Animatori, con i soci fondatori: Magda Guidi, Elisa Mossa, Monica Vitali, Stefano Franceschetti, Simone Massi, Sandro Pascucci.

Nata ufficialmente il 25 aprile 2020, Alma, fin da subito, ha fatto propria una doppia missione. La prima è quella di riunire in una libera esperienza associativa i tanti disegnatori, animatori e fumettisti (ad oggi oltre 80 iscritti), che nella Regione Marche si sono formati e professionalizzati, grazie alla Scuola del Libro di Urbino. La seconda quella di privilegiare i borghi e i paesaggi dei territori interni, come luoghi favorevoli a una creatività “leggera e sostenibile”, vicina alle tradizioni rurali a fianco delle aperture virtuali e social contemporanee.

Il primo anno dell’associazione, guidata dal logo che il grande artista marchigiano Enzo Cucchi ha donato, è segnato da rinvii e rinunce, con un solo appuntamento in presenza il 19 settembre 2020 al Barco Ducale con il Premio Speciale Animazione “Alma” allo storico dell’animazione Gianalberto Bendazzi. Un anno che ha visto la pubblicazione dei primi due numeri della rivista semestrale “Solstizi” (usciti il 21 giugno e 21 dicembre 2020), dove hanno scritto, tra gli altri, Goffredo Fofi, Erri de Luca, Ascanio Celestini intercalati da disegni e immagini di giovani soci. Il terzo numero di Solstizi uscirà il 21 giugno prossimo.

A Frontone il 16 maggio 2021 dalle 16.30, ALMA si ritrova in un appuntamento dal titolo suggestivo: Il Bronzetto del Catria diventa Premio Alma. Per la prima volta viene presentato al  pubblico il “Premio Alma”, fusione in bronzo realizzata dallo scultore Ettore Gambioli da Cagli, che riproduce il reperto votivo del III° sec.a.C, ritrovato in cima al Monte Catria agli inizi del ‘900, in occasione dei lavori per istallare la grande croce.

Il Premio ALMA – Anno 2020 avrebbe dovuto essere consegnato nelle mani del regista ungherese Bela Tarr lo scorso ottobre, ma dopo alcuni rinvii, sarà inviato a Budapest , con una cerimonia di assegnazione virtuale (prevista per il solstizio d’estate). Al cineasta di culto magiaro verrà dedicata una piccola mostra di poster nella saletta del cortile del Castello.

Il pomeriggio sarà aperto alle 16.30 dal saluto del sindaco di Frontone Daniele Tagnani e del presidente dell’Unione Montana Catria e Nerone Alberto Alessandri. Alle 17 si proseguirà con una presentazione delle finalità sociali e culturali di Alma. Alle 17.30 verranno presentati il Premio Alma, Bronzetto del Catria, e Solstizi, la rivista dell’associazione. Alle 18.00 “Tra Poesia e Paesologia” un incontro con Franco Arminio, poeta e paesologo.

Si chiede cortesemente di prenotare il posto all’indirizzo mail almanimatori@gmail.com

L’iniziativa è organizzata nel rispetto delle disposizioni antipandemiche vigenti.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: