Ikea, non più solo arredamenti

Ikea, non più solo arredamenti

L’azienda svedese, Ikea, leader mondiale per la produzione di arredi low cost e di tutto ciò che necessita una casa, da ormai qualche anno si è buttata anche nel food and beverage avendo anche lì un discreto successo, offrendo prodotti di qualità a prezzi molto bassi, un po’ come ci ha abituati anche sui mobili.

Ora, Ikea, ha due nuove idee di business: servizi finanziari e prodotti per il gaming.

Ikea e l’accordo con Ikano Bank

Ikea ha fatto sapere di voler rilevare il 49% di Ikano Bank, istituto con cui era già in atto una partnership commerciale. La banca oltre a vendere prodotti finanziari, come conti deposito retail, con il proprio brand, gestisce già una parte dei prodotti di credito al consumo di Ikea, come i finanziamenti offerti ai clienti in negozio e le carte fedeltà

Con l’operazione, come ha spiegato la società controllante di Ikea, Ingka Group, il gruppo punta a diventare un player di rilievo nel settore dei servizi finanziari, che verranno offerti sia online sia in negozio.

Secondo Krister Mattsson, direttore operativo di Ingka Investments, la divisione del gruppo Ikea dedicata agli investimenti. “Consumatori e retailer cercano sempre più soluzioni bancarie con una forte connotazione digitale, e il nostro impegno a collaborare più da vicino con Ikano, nel suo percorso di trasformazione digitale, è una grande opportunità per servire i nostri clienti vecchi e nuovi”.

I termini finanziari dell’accordo non sono stati resi noti, ma Ingka ha precisato che la quota del 49% verrà acquisita attraverso l’emissione di nuove azioni da parte di Ikano, con l’opzione di rilevare il restante 51% in un secondo momento.

Anche gaming nel futuro del gruppo svedese

Sul fronte dei prodotti di arredo, punto forte di Ikea, si è deciso di puntare su un settore in decisa ascesa, quello del gaming: complice la pandemia i videogiochi hanno soppiantato cinema e altre forme di intrattenimento nella lista dei passatempi più gettonati.

Ikea entra in questo mercato con una nuova gamma, che comprende una trentina di prodotti dedicati, da scrivanie a sedie gaming, fino ad accessori come porta tazza e cuscini per il collo.

Giocare è una cosa seria e farlo in maniera comoda lo è ancora di più. Lo sanno bene i circa 2,5 miliardi di amanti di videogame ed eSport che ci sono nel mondo. Tutti i prodotti sono stati creati in collaborazione con Republic of Gamers, marchio di hardware che fa parte della famiglia Asus, per soddisfare i desideri degli appassionati di gaming.

Il mercato ha già mostrato segnali di grande interesse per questi prodotti: la scorsa estate la catena di arredamento statunitense Herman Miller aveva lanciato, in partnership con Logitech, una sedia ergonomica destinata proprio al pubblico dei gamer e dei giocatori online.

Gli arredi saranno disponibili in diverse fasce di prezzo e proposti in nero, grigio e bianco. Tra gli scopi dell’operazione c’è anche quello di democratizzare il design per i gamer rendendolo meno tecnico e meno maschile visto che, secondo i dati Ikea, il 46 per cento dei giocatori è donna e spesso questa fetta di target è poco considerata nel mondo del gaming.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: