A Marina di Montemarciano due nuovi rilevatori automatici di infrazioni / Foto

A Marina di Montemarciano due nuovi rilevatori automatici di infrazioni / Foto

Sono stati posti ai semafori ed entreranno in funzione martedì 1 giugno

MARINA DI MONTEMARCIANO  – Due rivelatori automatici di infrazioni sono stati posti ai semafori di Marina di Montemarciano. Saranno attivi da martedì 1 giugno.

Per cui saranno individuati tutti coloro i quali passeranno con il rosso. I dispositivi sono stati anche tarati per individuare altre irregolarità. Una scelta, quella dell’Amministrazione comunale, per cercare di migliorare e rendere meno problematica – e pericolosa – la viabilità agli incroci di via Roma, via Leopardi e via Manzoni sulla Statale Adriatica.

Dopo i sopralluoghi effettuati dalla Polizia locale, dal personale dell’Ufficio Lavori pubblici del Comune e da quello dell’Anas, sono stati individuati i punti precisi dove piazzare i due sistemi di controllo delle violazione e di lettura delle targhe.

Sistemi che verranno utilizzati anche per il rilevamento della mancata copertura assicurativa, la mancata revisione e per tutte le altre violazioni previste dalla legge.

Gli impianti funzioneranno anche come telecamere di sorveglianza. I semafori in questione sono quelli della Statale 16, direzione Nord, al chilometro 284+950 e di via Roma, sempre all’incrocio con la Statale Adriatica.

Le apparecchiature sono precedute da segnali verticali con raffigurato il pericolo “semaforo” e la scritta “rilevamento elettronico infrazioni semaforiche”.

In base al regolamento del nuovo codice della strada è stato stabilito, inoltre, che il funzionamento degli impianti semaforici installati a Marina di Montemarciano sarà previsto dalle 6,30 alle 23,30, tutti i giorni e che la durata dell’emissione della luce gialla sarà di almeno quattro secondi, salva la possibilità di adottare orari diversi in funzione di particolare condizioni della circolazione stradale: flussi di traffico elevato, passaggio di gare, lavori in corso, eventi ed altri ancora.

Le due apparecchiature, approvate dal ministero, sono state posizionate dalla società Cross Control di San Benedetto.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: