Come la domotica può aiutare la sostenibilità ambientale 

Come la domotica può aiutare la sostenibilità ambientale 

Tutti i vantaggi di una smart home sostenibile. Risparmio di energia e ottimizzazione dei consumi

ANCONA – La domotica fornisce numerosi benefici, soprattutto in merito alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico. Una casa intelligente sfrutta la tecnologia smart per ridurre i consumi e gli sprechi, ottimizzando l’efficienza della nostra casa. Vediamo come funziona una smart home e in che modo ci permette di vivere la quotidianità in modo più green e sostenibile, limitando il nostro impatto ambientale.

H2 Cos’è la domotica

La domotica è la perfetta simbiosi tra innovazione tecnologica e sostenibilità ambientale. Sembra scontato dirlo ma una casa intelligente è in grado di ottimizzare i nostri consumi domestici e riducendo notevolmente le emissioni di C02 e gli sprechi energetici.  Tutto questo tramite il nostro Smartphone. Basterà attivare una delle migliori offerte internet presenti sul mercato per garantirsi la totale copertura e gestione della nostra casa. Le conseguenze saranno una riduzione degli importi salati sulle bollette di luce e gas e ridurre notevolmente l’impatto ambientale che le nostre case hanno sul nostro pianeta.

Ma cosa si intende esattamente con domotica?

La domotica è definita come una scienza interdisciplinare il cui obiettivo è lo studio e l’applicazione di particolari tecnologie volte al miglioramento dell’efficienza energetica e del comfort all’interno di un’abitazione.

Una casa domotica tutti quanti gli impianti sono interconnessi tra di loro, offrendoci l’opportunità di personalizzare e regolare ogni aspetto abitativo in modo semplice e intuitivo. Utilizzando i controlli da remoto, tramite app o dispositivi, faciliterà notevolmente la gestione della nostra casa, rendendola connessa 24/7 con le nostre esigenze ed abitudini.

Grazie al deep learning (apprendimento profondo) i nostri impianti domotici sono in grado non solo di apprendere le nostre abitudini energetiche ma agendo in automatico per ottimizzare i consumi domestici. I consumi sono ridotti del 15-20% e il risparmio in bolletta è di circa qualche centinaio di euro.

H3 Tutti i vantaggi di una Smart Home

La casa intelligente ci offre una serie di vantaggi e benefici, tra cui una maggior sostenibilità ambientale, conseguenza diretta di un’attenzione agli sprechi di energia e all’ottimizzazione dei nostri consumi domestici.

Tra i vantaggi principali di una smart home troviamo:

  • Risparmio sui consumi: l’impianto domotico tiene costantemente sotto controllo i consumi di casa, aumentando l’efficienza energetica, azzerando gli sprechi e riducendo il costo delle bollette. Qualora si desiderasse installare nella propria abitazione un impianto di domotica sarà bene considerare un’operazione di voltura o subentro volta alla scelta di un nuovo fornitore di energia grazie alla quale il risparmio in bolletta sarà ottimizzato al massimo delle aspettative. Se il contatore non è mai stato attivato sarà utile procedere con un nuovo allaccio delle utenze luce e gas.
  • Maggior comfort abitativo: impianti ed elettrodomestici possono essere attivati e personalizzati da remoto, rendendo più facile la gestione della casa
  • Più sicurezza: la Smart Home è in grado di avvisarci per tempo qualora ci fossero eventuali gusti ai diversi impianti collegati
  • Aumento del valore immobiliare: una casa domotica aumenterà il valore immobiliare di mercato della casa stessa

H2 Domotica e sostenibilità ambientale

Inquinamento atmosferico, consumismo e spreco di risorse sono la conseguenza diretta del nostro stile di vita: proprio per questo ognuno ha il dovere morale di ridurre il più possibile il consumo di energia nella vita di tutti i giorni. La sostenibilità ambientale non può più essere una scelta individuale ma deve diventare un’urgenza collettiva e spingere tutti ad adottare fin da subito atteggiamenti eco-friendly volti alla salvaguardia del pianeta.

Come farlo? Preferire il riciclo e il riutilizzo al consumo uso e getta, comprare prodotti a Km0, scegliere le confezioni in carta piuttosto che in plastica, limitare il consumo di carne e preferire alimenti biologici.

Ma soprattutto, capire che anche le piccole scelte che compiamo, da cittadini e da consumatori, possono influenzare l’economia mondiale e che qualche attenzione in più al momento di fare la spesa o effettuare un acquisto possono davvero fare una differenza per il nostro pianeta.

La sostenibilità ambientale si può raggiungere in molti modi, dal miglioramento energetico degli edifici, allo sviluppo delle rinnovabili fino alla mobilità sostenibile.

All’interno dell’ambiente domestico un prezioso alleato della sostenibilità è proprio la domotica.

Un impianto domotico, oltre a monitorare i consumi, interviene in modo automatico per migliorarne resa e prestazioni: conoscere quanta energia consumiamo in casa è il primo passo che ci permette di tenere traccia degli sprechi inutili e capire dove è possibile effettuare dei miglioramenti.

Approfittando della tecnologia domotica possiamo ottenere un importante risparmio energetico ed economico: un contributo pratico in questo senso ci viene fornito dagli elettrodomestici intelligenti.

Lavatrici, lavastoviglie o asciugatrici possono essere controllate da remoto, impostando ad esempio l’attivazione durante i regimi orari a noi più vantaggiosi, permettendoci di diminuire i costi abitativi.

Un altro esempio proviene dall’illuminazione intelligente. Quante volte abbiamo lasciato le luci accese per troppo tempo o abbiamo dimenticato in standby le nostre ciabatte? Sono tutti sprechi di energia che aumentano il consumo e il costo della bolletta. Con la domotica non dovremo più preoccuparci: tramite la gestione da remoto dell’illuminazione possiamo impostare l’autogestione dell’impianto, razionalizzare e ottimizzare i consumi di energia in modo che si attivino solo quando necessario.

Le prese smart, oltre a tenere traccia dei nostri consumi energetici, presentano un meccanismo di spegnimento forzato, così da disattivarsi in automatico quando viene superata la soglia di consumi preimpostata.

Una gestione smart della caldaia e dell’impianto di riscaldamento ci permette di controllare la dispersione di calore: Infatti grazie ai termostati intelligenti sarà possibile regolare la temperatura interna in automatico, evitando sprechi di energia, con la possibilità di modificare la temperatura interna a seconda del clima e delle abitudini giornaliere, e infine ottimizzando i consumi in un’ottica green.

La domotica è sicuramente un approccio avanguardistico nell’utilizzo efficiente delle abitazioni e nella sostenibilità ambientale. Questo settore è in grande espansione tanto da aver registrato nel 2019 una crescita del 40% rispetto al 2018. Le stime dicono che, entro il 2040, ci saranno circa 11 miliardi di elettrodomestici connessi in tutto il mondo. Tutto ciò potrebbe condurre a una riduzione del consumo energetico domestico pari al 10%.

Per un futuro certamente più smart ma anche più eco friendly.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: