L’Udc sollecita i rimborsi per i risparmiatori raggirati da Banca Marche

L’Udc sollecita i rimborsi per i risparmiatori raggirati da Banca Marche

PESARO – “Finalmente, anche se con ritardo di alcuni anni è stato confermato che il Fondo Interbancario di Tutela Depositi non può essere considerato aiuto di Stato. La notizia – affermano Marcello Mei, presidente provinciale dell’Udc e Davide DelVecchio, coordinatore provinciale del partito – ha una importanza fondamentale per tutti i risparmiatori ai quali sono stato sottratti i loro risparmi investiti in azioni ed obbligazioni delle quattro banche fatte forzatamente fallire nel 2015, tra le quali Banca Marche e Banca Etruria presenti in maniera consistente in tutto il territorio marchigiano.

“Colpevolmente la politica marchigiana aveva derubricato la vicenda come un problema che riguardasse i soli vertici delle banche senza mettere in atto significative azioni a difesa dei risparmiatori.

“Come è stato rimarcato dal coordinatore regionale del partito Sen. Antonio Saccone e dal presidente del Consiglio regionale Dino Latini i quali hanno recentemente ricordato quanto questa vicenda abbia contribuito all’impoverimento del tessuto economico regionale, privandolo anche di una banca fortemente legata al territorio, così ora l’Udc di Pesaro-Urbino si fa portavoce della necessità di sollecitare le Istituzioni responsabili di accelerare la fase dei rimborsi previsti e finanziati, ma rallentati da un iter burocratico macchinoso e cervellotico per il quale in certi casi viene addirittura richiesto ai risparmiatori di “giustificare perché si ritengano truffati“.

“La sentenza è chiara – aggiungono Marcello Mei, presidente provinciale dell’Udc e Davide DelVecchio, coordinatore provinciale del partito -, allo stesso modo ora debbono essere chiare e rapide le risposte agli azionisti ed ai risparmiatori, varie decine di migliaia di famiglie marchigiane alle quali sono stati sottratti risparmi che ora, in un momento così difficile dal punto di vista sociale ed economico, possono essere utilissimi per tante famiglie ed imprese e per i quali l’Udc provinciale tona a sollecitare uno snellimento delle procedure di rimborso”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: