A Montemarciano il sindaco riceve in Municipio e premia i due agenti della Polstrada che hanno aiutato un’anziana con la spesa

A Montemarciano il sindaco riceve in Municipio e premia i due agenti della Polstrada che hanno aiutato un’anziana con la spesa

MONTEMARCIANO – Un piccolo gesto che però fa la differenza. E’ per quel piccolo gesto spontaneo, come aiutare una anziana in difficoltà portandole la spesa, che due agenti della Polstrada si sono distinti agli occhi dell’Amministrazione comunale di Montemarciano e della collettività.

L’episodio, che in realtà dovrebbe essere la normalità non l’eccezionalità, è accaduto il 28 febbraio scorso sulla salita di via Honorati ed è balzato alla ribalta grazie alla segnalazione di un cittadino che ha scattato l’immagine diventata poi virale.

Il sindaco Damiano Bartozzi ha rintracciato l’assistente capo coordinatore della Polstrada della sezione di Ancona Stefano Belletti che ha aiutato la signora e lo ha ricevuto in Municipio, venerdì mattina, insieme al collega Matteo Giulianini (anch’egli assistente capo coordinatore).

Orgoglioso dell’operato dei suoi uomini, non è voluto mancare il comandante della Polstrada di Ancona Francesco Cipriano. Una cerimonia sobria, per via delle vigenti disposizioni sanitarie, ma certamente carica di significato, con cui il primo cittadino a nome della collettività ha voluto ringraziare, con una pergamena, i due agenti per il loro gesto semplice quanto importante esempio.

«Come la solidarietà nei piccoli gesti può fare la differenza – si legge nella pergamena consegnata dal sindaco – l’Amministrazione comunale di Montemarciano, portavoce dell’intera collettività, ringrazia gli agenti Stefano Belletti e Matteo Giulianini per averci ricordato l’importanza del mettersi al servizio del prossimo e per averci dato una bella lezione di vita».

Il gesto dell’agente Belletti è rimbalzato anche sui canali social della Polizia di Stato, suscitando ammirazione nei colleghi e nella popolazione. L’agente Stefano Belletti, originario di Longiano (Forlì-Cesena), 59 anni, entrato nella Polizia di Stato il 1 febbraio 1989, già capopattuglia con trentennale esperienza nei servizi operativi della Polizia Stradale (tanto che è il motociclista più esperto dei pattuglianti della sezione di Ancona), è stato già insignito della medaglia di bronzo per meriti di servizio (nel 2005), del “premio in denaro” per attività di servizio nel 2004 e dell’attestato di pubblica benemerenza nel 2008 per le attività di soccorso alle popolazioni durante il terremoto in Abruzzo.

E’ stato insignito del premio europeo della solidarietà della strada nel 1991 con il titolo di “Buon samaritano” e iscritto all’albo d’onore per aver compiuto un atto di eroismo in un incidente stradale: ha soccorso un bambino che stava soffocando e lo ha trasportato con l’auto di servizio al pronto soccorso, salvandogli la vita.

Nel 1982/83, quale marinaio del Battaglione San Marco della Marina Militare, ha partecipato alla Missione di pace all’estero in Libano.

Premiato anche il collega della pattuglia, l’assistente capo coordinatore Matteo Giulianini, originario di Chiaravalle, 47 anni, entrato in Polizia di Stato il 18 maggio 1995. Una ventennale esperienza nei servizi operativi della Polizia Stradale e inserito nell’aliquota dei pattuglianti della sezione di Ancona, ha maturato una specifica esperienza nella Polizia Stradale presso le realtà operative di autostradali dell’Emilia Romagna e della sottosezione di Fano.

Insignito della Medaglia d’oro per meriti di servizio (2015), della “croce di bronzo per anzianità di servizio” (2015), del riconoscimento di due “premi in denaro” per attività di servizio nel 2004 e 2015, è stato anch’egli insignito dell’attestato di pubblica benemerenza nel 2008 per aver soccorso le popolazioni  dal sisma in Abruzzo. Sempre per aver aiutato le persone in difficoltà durante il terremoto del centro Italia del 2016, è stato insignito nel 2018 dell’encomio.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: